BOOKCITY MILANO: le iniziative proseguono in tutta la città. Al Castello tutti i Musei civici aperti e gratuiti

Grande successo all’edizione “zero” di BOOKCITY MILANO, inaugurata venerdì scorso con il saluto del Sindaco Giuliano Pisapia e la presentazione dell’assessore alla Cultura Stefano Boeri, ora si avvia alla conclusione.
Gli appuntamenti di “apertura” sono stati Luis Sepúlveda che ha dialogato con Bruno Arpaia, al Teatro dell’Arte in Triennale, e la sera un intervento di Umberto Eco  e i giovani del Forum della Città Mondo, al Castello Sforzesco, seguiti da un pubblico numeroso, attento ed entusiasta.
L’Assessore alla Cultura Stefano Boeri ha commentato: “La febbre del libro sale in città, tra la gente e anche sulle pagine dei giornali. Boeri ha anche ricordato la proposta di Enzo Biagi che proponeva di regalare cinque libri a chi si sposa, che è stata ripresa da Giangiacomo Schiavi. Questa proposta – ha detto  Boeri – “è bellissima e va accolta con entusiasmo. Ne parleremo presto con gli editori di BookCity per farla diventare realtà”.
Per questo evento all’Università Bocconi è stata presentata la pubblicazione dei volumi, editi da Rizzoli: La democrazia in Europa di Sylvie Goulard e Mario Monti e Le parole e i fatti di Mario Monti, a cura di Federico Fubini.

Nella giornata di domenica la grande festa del libro e della lettura proseguirà in tutta la città con tanti autori e ospiti interessanti, tra cui  Andrea Tornielli, che dialogherà con Vito Mancuso sulla figura di Carlo Maria Martini, Gianni Barbacetto, Renato Pezzini e Marco Travaglio, che rivisiteranno le biografie politiche di Bertinotti, Bossi e Formigoni, e poi Serge Latouche ragionerà sulla crisi dei nostri giorni, e tanti altri.
Ma Ancora tante e interessanti proposte per ogni età e passione, tutte a ingresso gratuito, per questa grande festa dei libri e della lettura, i cortili e le Sale di Palazzo Sforzesco, i teatri, le librerie, le biblioteche, tutta la città è stata animata in questi giorni da tante proposte seguite da un pubblico curioso e attento di ogni età, unito dalla comune passione della lettura.
La giornata conclusiva di oggi,  domenica 18 novembre, prevede ancora tanti ospiti d’eccezione e numerosi appuntamenti interessanti: Stefano Bartezzaghi diletterà il pubblico sui giochi di parole, Massimo Gramellini sarà a caccia di sogni con Federico Taddia, Umberto Galimberti terrà la lectio magistralis “ll cristianesimo. La religione del cielo vuoto”, Salman Rushdie racconterà la sua battaglia per la libertà di espressione, Mauro Corona ci inviterà a ritrovare la capacità di sorridere, Riccardo Iacona, Silvia Ballestra, Iaia Caputo, Franca D’Agostini parleranno di un tema importante come la violenza sulle donne, il maestro Riccardo Muti dialogherà con Armando Torno su Verdi l’italiano.
Alla Sinagoga Centrale di Milano, che per l’occasione sarà aperta al pubblico e visitabile gratuitamente,  si terrà Jewish & the City. L’ebraismo a portata di libro. Un viaggio nella cultura ebraica. Attraverso il catalogo della Casa Editrice Giuntina, e all’interno della prima edizione di BookCity, una giornata di incontri, storie e riflessioni con scrittori, filosofi e giornalisti sulla letteratura e l’identità ebraica. Saranno presenti, tra gli altri, David Bidussa, Stefano Levi Della Torre, Giulio Giorello, André Ruth Shammah, Walter Mariotti, Daniel Vogelmann.
L’evento conclusivo di BookCity Milano si terrà domenica sera alle ore 21,00 al Teatro Elfo Puccini con Terzani: “Parole contro la guerra” è il titolo della serata in cui verrà proiettata la registrazione video, dal medesimo titolo e in gran parte inedita, di Tiziano Terzani. Lo spettacolo sarà introdotto da una testimonianza della moglie dello scrittore, Angela Terzani Staude.
Per la giornata di domenica è previsto un ricco programma per i bambini: sarà coinvolta tutta la città, non solo il Castello Sforzesco, con la mostra “Da Pinocchio a Harry Potter. 150 anni di illustrazione italiana dall’Archivio Salani. 1862 – 2012,  le attività di laboratorio sul libro e la lettura realizzate da Sforzinda. Ma anche il Museo del Novecento, gli istituti culturali e le librerie. Protagoniste infine le biblioteche rionali del centro e dei quartieri periferici che, in collaborazione con gli editori, propongono incontri con gli autori e laboratori per i più piccoli.
Proseguono Letture sceniche in metropolitana: ore 10 Stazione metropolitana del Duomo con  Pazienza e inquietudini di alcuni grandi “spiriti d’osservazione e ore 15  Stazione Metropolitana Cadorna con letture sceniche tratte da alcuni racconti del libro Cadorna non è una fermata di Alessandra Giordano.
L’ingresso a tutti gli eventi è libero fino ad esaurimento posti. Il programma completo è consultabile e scaricabile dal sito: www.bookcitymilano.it
 

Sebastiano Di Mauro
18 novembre 2012

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook