Milano: Halloween in bicicletta, BikeMi attivo tutta la notte

Halloween, festività trapiantata nella nostra cultura dalla tradizione statunitense, è ormai diventata una realtà del nostro Paese. Durante la notte tra il 31 ottobre ed il 1 novembre, feste e divertimento si alterneranno incessantemente in un clima di allegria, divertimento e un pizzico di frenesia.

Il Comune di Milano, consapevole del fatto che una turba di giovani allegri popoleranno le strade del capoluogo lombardo in occasione della festa di Halloween, ha annunciato che il bikesharing sarà attivo durante tutta la notte del 31, dalle 7 di mercoledì 31 ottobre alle 24 di giovedì 1 novembre, rendendo così un servizio di enorme comodità a coloro che avranno intenzione di scatenarsi fino a tardi.
Come se non bastasse, non ci sarà da spendere neanche un euro in più, dal momento che il costo dell’estensione di questa ultima giornata di BikeMi notturno sarà sostenuto interamente da Clear Channel.

Il Comune ha annunciato, inoltre, che dal 2 novembre il servizio di bikesharing notturno sarà interrotto, per poi essere riattivato dal prossimo 21 marzo, quando le bici potranno nuovamente essere prelevate da domenica a giovedì fino alle 2 del mattino, e il venerdì e il sabato 24 ore su 24, fino al 31 ottobre prossimo. Dal secondo giorno del prossimo mese, invece, gli orari in cui si potrà usufruire del servizio saranno quelli normali, dalle 7 alle 24.

Dopo il grande successo degli ultimi mesi e l’ampio consenso degli utenti, inoltre, il Comune ha deciso di proseguire il piano di ampliamento del servizio di bikesharing, prevedendo l’apertura di 45 nuove stazioni entro la fine dell’anno, che si andranno a sommare alle altre 145 al momento attive.

Infine, il Comune di Milano ha annunciato che in occasione di Smart City Exhibition, l’evento su comunicazione, qualità e sviluppo nelle città intelligenti, in programma dal 29 al 31 ottobre a Bologna Fiere, nei locali della Fiera sarà installata una Smart Island, un piccolo ecosistema naturale, autosufficiente dal punto di vista energetico, dotato di un’antenna per la connessione wireless, alcune panchine circondate da numerose piante, un computer e una bicicletta BikeMi. La corrente elettrica necessaria per alimentare quest’isola intelligente sarà generata dal bicigeneratore sulla bici. Si tratta di un mini progetto architettonico a cui collabora anche BikeMi ed è parte del progetto ambientale Ecosistemi Mobili, promosso dal Centro Antartide di Bologna e dall’Associazione Culturale Dualica.

 

Giuseppe Ferrara
28 ottobre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook