Milano, poliziotto interviene per sedare una lite e viene accoltellato

E’  successo ieri pomeriggio in Via Ortles a Milano, durante un intervento della volante della Polizia chiamata a sedare una lite, che un poliziotto è stato accoltellato al petto da un cittadino sudanese di 26 anni all’ingresso del dormitorio pubblico.

Al centralino del 113 era arrivata una richiesta d’intervento da parte del responsabile del dormitorio, perché era in corso una lite all’esterno tra due cittadini stranieri. Sul posto confluiva la volante, il cui capo scorta era l’agente scelto Marco C., pugliese di 28 anni, da otto anni in servizio alla polizia e da quattro sulle volanti a Milano, che veniva colpito con un una lama di circa 20 cm, prima che avesse il tempo di rendersi conto.

 

Il fendente inferto gli ha procurato una ferita profonda due centimetri all’altezza della sesta costola. L’agente di polizia  veniva trasportato d’urgenza all’ospedale Fatebenefratelli, dove i sanitari lo medicavano, diagnosticando una prognosi di cinque giorni, confermando che non vi era pericolo di vita, perchè la ferita non aveva leso organi vitali.
Motivo della lite la gelosia tra l’uomo sudanese, Idor Usuf, rifugiato politico,  ed una romena di 37 anni.  L’aggressore  ora si trova in stato di arresto e speriamo ci resti per lungo tempo, perchè è ingiustificabile il suo gesto, che non può trovare certo solidarietà.

Sebastiano Di  Mauro
13 ottobre 2012

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook