Incendio Parco delle Cave: dura e decisa la reazione di Palazzo Marino

Non ci sono ancora risultati sulle indagini relativi nè al grosso incendio che ha devastato diversi ettari di bosco al Parco delle Cave di Baggio, né di quello sviluppatosi nell’area alle spalle della caserma Perrucchetti, sviluppatisi entrambiil del 17 agosto scorso.

Sono stati visionate le immagini delle telecamere posizionate dentro il parco e nei pressi, ma nessuna immagine fornisce notizie dell’incendio avvenuto. Purtroppo non si trovano neppure testimoni che  transitavano nei paraggi nei minuti immediatamente precedente l’incendio, ma si ha sempre più certezza che entrambi gli incendi facciano parte dello stesso disegno criminoso. Si spera sempre che qualcuno che ha visto dei movimenti sospetti si presenti alle forze dell’ordine per fornire utili spunti d’indagine.

Gli stessi Vigili del Fuoco, però lo scorso venerdì non avevano trovato nessun innesco che potesse ricondurre all’azione di qualche piromane, quindi non si esclude l’incendio accidentale,  ma il fuoco  sembra innescato in almeno quattro punti e si fa sempre più chiara l’ipotesi che entrambi gli incendi abbiano un unico disegno criminoso. Le indagini, iniziate dalla Polizia locale, sono ora in mano al Commissariato Lorenteggio, nella cui zona di competenza si estende il 90% del Parco delle Cave.

Notevoli sono i danni all’ecosistema del bosco, per l’estensione delle fiamme e l’assessore alla Sicurezza e Protezione civile Marco Granelli commentando il rogo ha detto:”Abbiamo intensificato durante l’estate gli interventi di controllo nei parchi e li intensificheremo ancora di piu”.

L’assessore all’Urbanistica del Comune di Milano, Ada Lucia De Cesaris, invece ha detto: “E’ molto grave”, proseguendo “saranno accertate le cause, ma vogliamo dire fin da subito con chiarezza che, qualora l’origine fosse dolosa e qualcuno pensasse di aprire così le porte ad azioni speculative attraverso un atto criminale, troverà la ferma reazione dell’Amministrazione comunale”. L’assessore ha concluso dicendo: “Sia chiaro a tutti che difenderemo il parco e lo faremo rinascere, colpendo con durezza i colpevoli di questo scempio”.

Sebastiano Di Mauro
20 agosto 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook