Un altro caso di tentato stupro a Milano, molti dubbi sulla sicurezza

Le cronache ci riportano ancora un caso di violenza su una donna avvenuto a Milano. E quest’ultimo fatto ha dell’incredibile, perchè il tentativo di stupro è avvenuto verso le 19.30 sulle scale della metropolitana della Stazione Comasina, sotto gli occhi indifferenti dei passanti.

La giovane 24enne stava rientrando a casa e la madre l’attendeva in auto, quando un 21enne senegalese l’ha bloccata sulle scale, palpeggiandola a lungo. La vittima è riuscita a divincolarsi ed ha raggiunto la madre che, vedendo la figlia sconvolta, ha capito subito cosa fosse accaduto ed ha chiamato la polizia. Gli agenti intervenuti hanno trovato la ragazza ancora in stato di shock, ma sono riusciti ad arrestare l’aggressore, che non si era ancora allontanato.

Il senegalese, che ha opposto una violenta resistenza al momento dell’arresto, era con regolare permesso di soggiorno, residente a Bergamo ma senza fissa dimora. Nella circostanza  gli agenti operanti hanno riportato 3 e 5 giorni di prognosi.

Questo fatto di cronaca è l’ennesinmo che sta facendo risalire, a livelli preoccupanti, le aggressioni contro le donne, dopo che si era abbassato nel 2010. Ma a far preoccupare  è anche  l’inerzia dei passanti, perchè questo vuol dire non solo insensibilità, ma probabilmente un forte senso di paura, che impedisce  ogni reazione in casi simili.

L’ex  vice sindaco Riccardo De Corato fa notare come l’abolizione del servizio “strade sicure”, da parte della nuova giunta, sta portando Milano in uno stato in cui la sicurezza è in grosso dubbio ed i reati stanno aumentando, con picchi  del 5,8% .

Sebastiano Di Mauro
5 luglio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook