Un nuovo master dell’Accademia di Brera e del Politecnico di Milano sul SOUNDART sostenibile

Un nuovo master dell’Accademia di Brera e del Politecnico di Milano sul SOUNDART sostenibile

Lunedì 14 settembre 2015, presso la Fondazione M° Francesco Pasquinelli, in Corso Magenta 42 a Milano, si tiene la conferenza stampa di presentazione del Master SOUNDART – Sound design for art and entertainment in the creative industries, organizzato dall’ARD&NT Institute di Milano (ente partecipato dall’Accademia di Belle Arti di Brera e dal Politecnico di Milano) in partnership con le più importanti istituzioni culturali milanesi e non solo, tra le quali citiamo la Fondazione M° Francesco Pasquinelli, la società Mcube Spa,  la Fondazione Culturale San Fedele, il Barclays Teatro Nazionale, lo Studio Azzurro Produzioni, la Fondazione Antonio Mazzotta, il Teatro Comunale di Bologna, e vari enti privati tra cui Radio Deejay, Stage Entertainment Italy.

Il master, diretto da Roberto Favaro, noto musicologo docente presso l’Accademia di Brera, si propone di formare professionisti, con qualifiche di alto livello tecnico e culturale, nel campo della progettazione acustico-sonora applicata all’arte, all’architettura e agli eventi culturali, ampliando gli orizzonti del Made in Italy, nonché nel campo della Corporate Social Reporting (CSR) relativamente alla rendicontazione socio-economica delle iniziative artistico-culturali.


Tra le collaborazioni di prestigio, in qualità di docenti e di visiting professor, il Master vanta la partecipazione di: Ennio Morricone, notissimo compositore italiano e vincitore del Premio Oscar alla Carriera nel 2007; Bill Fontana, artista americano, universalmente riconosciuto come pioniere nelle sperimentazioni sul design del suono, vincitore tra gli altri del Premio Ars Electronica e del [email protected];  Carsten Nicolai (Alva Noto), artista e compositore tedesco, le cui installazioni sonore sono ospitate presso i più importanti musei del mondo come il Tate Modern di Londra e il Solomon R. Guggenheim Museum di New York.

 RR008Innovativa l’offerta formativa che, oltre a mettere in contatto gli studenti con artisti di fama internazionale e a far loro condividere con i medesimi delle esperienze laboratoriali e performative di elevatissimo valore aggiunto, affronta l’attualissimo e importante problema della sostenibilità delle arti e della cultura. Infatti, Marco Eugenio Di Giandomenico, noto economista dell’arte e della cultura docente presso l’Accademia di Brera, dirige l’area di Economia e Management Sostenibili di Arti, Cultura, Media & Entertainment ed è docente del master, con un interessante programma didattico sugli aspetti aziendalistici, economici e di Corporate Social Responsibility (CSR) del cosiddetto “business creativo”, vale a dire di tutte quelle attività economiche che come input e/o output hanno delle iniziative e/o dei facta creativi.

TEMPURA
13 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook