Il primo appuntamento di Lectio Magistralis al Franco Parenti: Elogio del fallimento di Massimo Recalcati

Il primo appuntamento di Lectio Magistralis al Franco Parenti: Elogio del fallimento di Massimo Recalcati

RECALCATI-2Per il ciclo di appuntamenti dedicati al piacere della riflessione e dell’approfondimento, guidati da alcuni noti interpreti della contemporaneità Mercoledì 21 gennaio alle 18 Massimo Recalcati terrà la lectio magistralis Elogio del fallimento, che si svolgerà in concomitanza dello spettacolo I GIOCATORI di Pau Mirò, in scena dal 16 al 25 gennaio 2015, con Enrico Ianniello, Renato Carpentieri, Tony Laudadio e Giovanni Ludeno, traduzione e regia Enrico Ianniello.

Un elogio del fallimento? Il fallimento non è solo insuccesso, sconfitta, sbandamento. O meglio, è tutto questo, ma anche il suo rovescio. Il fallimento, secondo Lacan, è proprio del funzionamento dell’inconscio. Perché ci sia incontro con la verità del desiderio è necessario smarrirsi, fallire, perdersi. Chi non si è mai perduto non sa ritrovarsi: e, in questo senso, la giovinezza è il tempo del fallimento, il tempo dove il fallimento dovrebbe essere consentito.”

Massimo Recalcati  è uno psicoanalista di orientamento lacaniano. Si è formato alla psicoanalisi a Parigi con Jacques-Alain Miller. Ha insegnato nelle Università di Milano, di Padova, di Urbino e Losanna. Nel 2003 ha fondato Jonas: Centro di ricerca psicoanalitica per i nuovi sintomi. È inoltre direttore dell’IRPA (Istituto di ricerca di psicoanalisi applicata). Da anni affianca alla pratica clinica la scrittura, oltre a collaborare regolarmente con ” Repubblica”.

Il prossimo appuntamento è per Venerdì 30 gennaio alle 18.30 com la lectio Magistralis che sarà tenuta da Michela Marzano sul tema Gli individui e il potere.

Quest’ultimo appuntamento si svolgerà in occasione dello spettacolo LA SERRA di Harold Pinter in scena dal 27 gennaio al 1 febbraio, con Mauro Malinverno , Valentina Banci, Luca Mammoli, Fabio Mascagni, Giusto Cucchiarini, Francesco Borchi, Elisa Langone, regia di Marco Plini.

Dietro la brama di potere, come fa intuire Pinter ne La serra, si nascondono motivazioni diverse e contraddittorie. Talvolta il potere è un mezzo necessario al raggiungimento di determinati obiettivi, talvolta è solo un obiettivo fine a se stesso, per dominare gli altri e umiliarli. Con il rischio, così, di creare una società “non decente”, come dice il filosofo Avishai Margalit, in cui la disgregazione sociale è direttamente proporzionale all’assenza di rispetto e riconoscimento.

Tutti gli incontri di questa rassegna vogliono essere un percorso che, a partire dalle opere in scena, intreccia il teatro alla filosofia, alla scienza, alla teologia, alla poesia, alla psicanalisi per coinvolgere il pubblico in un dialogo su temi e questioni che scandiscono la nostra esistenza.

I successivi appuntamenti di questo progetto a cura Irene La Scala saranno:
Giovedì 5 febbraio alle ore 18.30 con Zygmunt Bauman How good people make bad society, in occasione di GOOD PEOPLE di David Lindsay-Abaire (2 – 10 febbraio);
Mercoledì 18 febbraio alle ore 18 con Valerio Magrelli – Il grande monomaniaco, in occasione de IL MALATO IMMAGINARIO di Molière (12 febbraio – 1 marzo);
Martedì 10 marzo alle ore 18.30 con Elena Cattaneo – L’educazione scientifica come ricerca della verità, in occasione de LA SCUOLA di Domenico Starnone (4 – 15 marzo 2015);
Mercoledì 22 aprile alle ore 18 con Salvatore Natoli e Pierangelo Sequeri – “Non c’è niente di più comico dell’infelicità” – in occasione di FINALE DI PARTITA di Samuel Beckett (21 – 26 aprile).

Sebastiano Di Mauro
16 gennaio 2014

Teatro Franco Parenti
via Pier Lombardo 14, Milano
info e prenotazioni 0259995206
www.teatrofrancoparenti.it
Biglietti:
3,00 euro Abbonamento 6 incontri 15,00 euro
Prezzo:
Biglietti €3; Abbonamento 6 incontri €15;
Ingresso gratuito con biglietto degli spettacoli per abbonati TFP e per scuole/università
Orari
ore 18.00
Info [email protected]
Tel : 02 59 99 52 06
Fb : http://www.facebook.com/teatrofrancoparenti
Tw: http://www.twitter.com/teatrofparenti
Sito : http://www.teatrofrancoparenti.it

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook