Con “Fa’ la cosa giusta” consumo critico e stili di vita sostenibili. A Milano dal 13 al 15 marzo torna la rassegna, giunta alla dodicesima edizione, nei padiglioni di Fieramilanocity

Con “Fa’ la cosa giusta” consumo critico e stili di vita sostenibili. A Milano dal 13 al 15 marzo torna la rassegna, giunta alla dodicesima edizione, nei padiglioni di Fieramilanocity

alessia gatta copyright

“Quartieri”, ”Vie” e “Piazze”, spazi creati ad hoc che accoglieranno a Fieramilanocity laboratori, spazi verdi, stand, botteghe artigiane e ancora ristoranti, spettacoli e incontri su temi, piuttosto che prodotti e iniziative per rendere la vita quotidiana più sostenibile.

Giunta alla dodicesima edizione “Fa’ la cosa giusta”, snocciola i numeri della scorsa rassegna che ha contato la presenta di 70 mila visitatori oltre 700 espositori, 3800 studenti, 600 giornalisti, 29 mila metri quadrati di padiglioni espositivi, confermandosi uno dei principali punti di riferimento per il settore dell’economia solidale e sostenibile.

Ma cosa troveranno nell’edizione 2015 gli affezionati di questa manifestazione? Alimentazione biologica, a km zero o cruelty free, moda etica, mobilità a basso impatto, abitare green con giochi e proposte sostenibili per l’infanzia, prodotti del commercio equo e i progetti delle associazioni e cooperative non profit. Temi, peraltro, fondamentali dell’evento, ma che quest’anno si amplieranno toccando argomenti quali la sharing economy, l’autoproduzione, il welfare comunitario e la pace.

Così nel dettaglio la sharing economy si occuperà di rimedi che danno luogo alla scambio e la condivisione di oggetti, beni e servizi in maniera economica e sostenibile per l’ambiente.

In primis, le soluzioni abitative: con il cohousing, piattaforme di affitto o scambio oppure si tratterà di mobilità: col bike e car sharing, noleggio tra privati.

Argomento principe sarà quello dell’alimentazione, anche in vista di Expo, con le piattaforme di condivisione di cibo e progetti di riduzione dello spreco alimentare, in Italia e nel mondo e gruppi di acquisto.

Sarà presente anche una zona per il “baratto” con la finalità di scambiare oggetti e indumenti che riempiono le nostre abitazioni, ma ancora validi.

Va prendendo piede anche l’autoproduzione, cosi a “Fa’ la cosa giusta” si potranno apprendere i trucchi per creare tra le mura domestiche dai cosmetici e detergenti come il dentifricio in polvere fino al dopobarba, solo per citarne alcuni.

Mostre, incontri e approfondimenti sulle guerre che hanno scosso l’ultimo secolo, saranno nel cuore della Cittadella della pace, con la finalità della ricerca di quest’ultima.

Infine, saranno presenti laboratori creativi e spazi dedicati all’allattamento e al gattonamento, con giochi morbidi e cuscini per i bambini e incontri per le famiglie.

A cura di Slowfoodkids i piccoli impareranno, ad esempio, a impastare e stendere la pasta fresca, mentre grazie a Fiab Ciclobby e Massamarmocchi, che predisporranno una piccola pista ciclabile, impareranno a pedalare in sicurezza.

Manuelita Lupo

 8 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook