“Leonardo”, il nuovo treno della metropolitana di Milano

“Leonardo”, il nuovo treno della metropolitana di Milano

Leonardo-metroMILANO – Il presidente di Atm, Bruno Rota, e l’Ad di Ansaldo Breda, Maurizio Manfellotto, hanno presentato nei giorno scorsi, per la prima volta dal vivo, il primo dei 30 nuovi convogli acquistati da Atm e realizzati da AnsaldoBreda.

Il viaggio è partito al capolinea della linea rossa di Sesto FS. I cittadini hanno avuto l’opportunità di ammirare il nuovo treno mentre passerà da tutte le stazioni della linea rossa. Presenti durante il viaggio i vertici dell’azienda e i rappresentanti delle istituzionali locali. Il viaggio è terminato, con discesa a alla fermata di Cairoli, dove c’è la storica sede di Atm.

I quattordici convogli saranno consegnati e resi operativi entro maggio 2015, in tempo per l’inaugurazione dell’Expo 2015. La fornitura riprenderà poi a dicembre 2015, a Expo finita, per concludersi entro la primavera del 2016. La copertura finanziaria è interamente a carico di Atm che si avvale di un mutuo con la Bei, con garanzia fidejussoria del Comune di Milano La gara di Atm risale al 12 maggio 2012 e Ansaldo Breda se l’è aggiudica con un ribasso rispetta alla base d’asta di circa 80 milioni. Il 24 dicembre 2012 è stato stipulato il primo contratto e circa 4 mesi dopo è iniziata la costruzione del primo treno che è stato consegnato il 29 luglio 2014. I collaudi si sono conclusi con l’attività di messa a punto e verifiche effettuate a Milano sul treno finito, che hanno altresì comportato oltre 90 sessioni di test in linea in orario notturno, oltre a verifiche diurne sul binario prova del deposito.

 Il sindaco Giuliano Pisapia, durante il viaggio inaugurale del primo nuovo treno, rispondendo a una domanda su possibili aumenti tariffari in vista dell’Expo 2015 o comunque prima della fine del suo mandato che scade nel 2016 ha detto: “La posizione del sindaco la conoscete, non ci saranno aumenti”.

Il presidente di Atm Bruno Rota, presente all’inaugurazione del nuovo treno “Leonardo” ha dichiarato:”Oggi e’ un giorno speciale, perche’ portiamo a compimento un progetto di dimensioni colossali, nei tempi stabiliti e avendo rispettato tutte le regole. Questo dimostra che e’ un’azienda seria, anche se sta vivendo un momento difficile per le possibili acquisizioni, ha rispettato le scadenze. Con il ‘Meneghino’ era andata diversamente e Atm aveva incassato parecchie penali per le mancate consegne: io preferisco non prendere penali e mettere in servizio i mezzi in tempo”.

Redazione Milano
25 dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook