Le pareti della poetessa milanese Alda Merini in un museo

Sono già in stato di avanzamento i lavori, partiti la metà dello scorso gennaio, per staccare gli intonaci, scritti autografi e dipinti nell’appartamento di  Ripa di Porta Ticinese, abitato fino alla morte, dalla grande  Alda Merini, ritenuta la Musa  di Milano, scomparsa il 1 novembre del 2009, scendendo in “quel gorgo di inaudita dolcezza, in quel miele tumefatto e impreciso, che è la morte di ogni poeta”.

Questo progetto è frutto di una decisione del Comune di Milano, che ha voluto così dare la giusta rivalutazione artistico culturale al patrimonio lasciato dalla poetessa milanese, che ora riposa nel Pantheon della città, nel Famedio del Cimitero Monumentale, “la Musa nel Tempio”, tra i grandi della cultura, proprio accanto a Giovanni Raboni, Milla Sannoner, Salvatore Quasimodo e Giorgio Gaber.

L’intervento era stato preceduto da uno studio, per sagggiarne la fattibilità, ad opera di una restauratrice che aveva verificato la  particolare tecnica a strappo, detta lo “stacco a massello”. Successivamente, i preziosi reperti, verranno collocati presso lo spazio comunale «Casa Merini» in via Magolfa.

Nella realizzazione di questo progetto, all’inizio di gennaio, era stata determinante  la mobilitazione di Adriano Celentano nel suo blog, partita la sera  del 31 dicembre scorso. Il cantante, noto per le sue prese di posizione a favore della cultura, aveva segnalato l’importanza di salvare il muro-agenda situato nella casa della poetessa e aveva dichiarato: “Ho parlato con il sindaco Pisapia e con Stefano Boeri i quali hanno assicurato di aver risolto il problema del muro di Alda Merini……”.

A lavori ultimati tutti potranno  ammirare e leggere, nella loro originale consistenza, tutte le frasi, i disegni di pugno di Alda Merini, che era solita utilizzare le pareti di casa sua come fossero dei fogli di appunti. L’intervento è stato affidato a uno studio  specializzato, lo Studio Barbara Ferriani s.r.l., che ha già collaborato con l’Amministrazione comunale  milanese per altre importanti e delicati interventi di recupero di opere museali. L’incarico prevede una spesa complessiva di 37.510 Euro.

Info:
Casa Merini – Via Magolfa n° 32 (Milano)
Atelier della Parola Giovane
orario: da Lunedì a Venerdì dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Sebastiano Di Mauro

14 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook