Il Piccolo raddoppia le giornate aperte al pubblico: oltre la Domenica, due repliche pomeridiane al Sabato

Il Piccolo raddoppia le giornate aperte al pubblico: oltre la Domenica, due repliche pomeridiane al Sabato

teatro-piccoloDue attori, Davide Gasparro e Federica Gelosa, giovanissimi talenti neo-diplomati alla Scuola di Teatro del Piccolo diretta da Luca Ronconi, guidano il giovanissimo pubblico in un itinerario che percorre il Teatro Strehler dalle aree “pubbliche” (il foyer, la sala) fino agli spazi di lavoro meno conosciuti, come la sartoria dove nascono i costumi, l’attrezzeria, “scrigno” sotterraneo che contiene migliaia di oggetti ed elementi scenici degli spettacoli del passato e di quelli che verranno, e l’archivio storico che custodisce immagini, memorie, preziosi documenti, copioni come mappe sbiadite di una avventurosa caccia al tesoro. Alla scoperta, ancora una volta, della “macchina teatrale”, la grande fabbrica artigianale che costruisce e anima gli spettacoli, spiegando radice e significato della visione e della vocazione cui il Piccolo Teatro è rimasto fedele per quasi settant’anni : Un Teatro d’Arte Per Tutti.

Come nelle scorse stagioni, il ciclo dei Benvenuti al Piccolo avrà, oltre a quella invernale, un’edizione primaverile, dal 2 al 22 marzo 2015. Raddoppiano, inoltre, le giornate aperte al pubblico: oltre alla domenica, due repliche pomeridiane del Sabato.

di Fabio Colucci
27 ottobre 2014

LA SCHEDA DELLO SPETTACOLO:
Piccolo Teatro Strehler/Scatola Magica (largo Greppi – M2 Lanza)
Dal 25 ottobre al 28 novembre 2014
Benvenuti al Piccolo
a cura di Stefano Guizzi, con Davide Gasparro e Federica Gelosa
produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa
Orari: da martedì a venerdì ore 9.45 e 11.15 per le scuole (ingresso libero, prenotazioni al n. 0272333216)
Sabato ore 15.30 e 17, domenica ore 11 per tutti
(ingresso libero fino ad esaurimento posti con prenotazione obbligatoria al n. 848800304)
Età consigliata da 6 a 11 anni
Durata:  1 ora
www.piccoloteatro.org

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook