HOLD ON! Apre la stagione al LiveForum di Assago

HOLD ON! Apre la stagione al LiveForum di Assago

HOLD-ON-Apre-la stagione- al-LiveForumIeri sera al LiveForum di Assago (MI) con lo spettacolo ” HOLD ON – LA VITA E’ UN ATTESA “, si è aperta ufficialmente la stagione 2014/2015.

Con questo nuovo progetto il comico e autore televisivo Andrea Midena, da vita ad una forma innovativa di spettacolo che cambia le regole del live.

La vita è fatta di attese, dalle più banali alle più importanti e c’è sempre un aspettare qualcuno o qualcosa. Questa la chiave ironica di HOLD ON che in modo leggero fa ridere lo spettatore focalizzando le diverse situazioni del nostro vivere quotidiano.

Dobbiamo attendere al telefono, in coda nel traffico, in posta, al banco della gastronomia, alla cassa del bar . Dobbiamo aspettare che spiova, che i diritti delle minoranze vengano riconosciuti, che torni il sole, che la politica diventi migliore, che arrivi il caldo, che passi la crisi, che cominci l’Expo. C’è anche la dolce attesa, l’attesa di diventare grandi, l’attesa di guarire, l’attesa di un lavoro, l’attesa dell’altra metà della mela, della pensione, del risultato delle elezioni. Dobbiamo aspettare anche il treno, le vacanze, il fine settimana. A volte bisogna aspettare dopo le feste, altre volte solo le feste e non mancano neppure le disattese.

HOLD ON quindi è uno spettacolo dove si ride, si pensa, si ascolta, si dice la propria, ci si ferma a riflettere.

Ad alternarsi sul palcoscenico comici, cantanti, danzatori, medici, giornalisti, operai, ufologi, per affrontare argomenti alti ad altri più modesti, a volte decisamente bassi, con una naturalezza che spiazza, dove a momenti di spensieratezza si alternano a riflessioni profonde.

Gli ospiti di ieri sera erano:
Gioele Dix, Livia Grossi, Sabina Negri, Rita Pelusio, Andrea Labanca, la Trave nell’occhio, Clara Campi, Raffa Aio, Le Sirene, Marco Rimmaudo, Vito Garofalo, Paolo Marrone. Conduce Andrea Midena.

Redazione Spettacolo
17 ottobre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook