Milano: quartiere Isola sarà valorizzato turismo e commercio, in arrivo un bando per 380mila euro

Milano: quartiere Isola sarà valorizzato turismo e commercio, in arrivo un bando per 380mila euro

milano-il-quartiere-isolaIl Quartiere Isola, rappresenta un mix tra antico e moderno, due volti dell’urbanizzazione che insieme vogliono coesistere per migliorare il territorio nei suoi diversi aspetti da quello commerciale a quello turistico.

Parte da qui il progetto “Isola a tre Piazze” che assegna il nome al bando deciso da Regione Lombardia e Comune di Milano al fine di rendere più attrattive le piazze del quartiere, da quelle storiche, a quelle recenti quali Piazza Città di Lombardia e Piazza Gae Aulenti.

Moda, design, cultura e food, sono questi i settori che daranno impulso all’area.

La considerevole cifra di 380milaeuro messa a disposizione, peraltro al 50% da Comune e Regione Lombardia, sarà usata: per l’ideazione e la realizzazione di iniziative rivolte al marketing territoriale dell’area, incoming, organizzazione di eventi, animazione e promozione (200mila euro), mentre gli altri 180 mila euro serviranno per coprire le spese dei nuovi arredi, le segnaletiche, i totem e l’illuminazione temporanea.

In sostanza si tratta come lo ha definito l’assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia Mauro Parolini di: Un grande progetto per un obiettivo ancora più grande: migliorare l’attrattività turistica e commerciale di un quartiere, diventato fulcro di una città policentrica, che non contrappone, ma integra tradizione e innovazione.”

Inoltre, con l’arrivo dell’Esposizione Universale di Milano del 2015: “L’Isola, con il suo nuovo volto– ha precisato l’assessore al Commercio Franco D’Alfonso- rappresenta un’attrazione turistica fondamentale.”

Il progetto “Isola a tre Piazze” non è che la continuazione di sostegni di carattere economico da parte di Comune e Regione Lombardia, per i quali hanno beneficiato imprese commerciali e artigianali.

Infatti, durante lo scorso anno (2014) sono stati elargiti ben 600 mila euro a più di 200 tra piccole e micro imprese dislocate nei pressi di 19 cantieri in città, inclusi i due di MM5 Isola e Garibaldi.

Ne hanno beneficiato negozi di vendita, bar e ristoranti, artigiani, edicole, imprese di servizi e del turismo.

La cifra richiesta nella misura di 3000 euro a fondo perduto era destinata a investimenti per migliorie dei locali (arredi, piuttosto che materiale informatico), ma anche per spese di gestione d’impresa (utenze o tasse).

Anche negli anni precedenti (2011 e 2013), simili progetti hanno reso possibile l’elargizione a fondo perso per l’ammontare di 800mila euro a 195 imprese.

Manuelita Lupo

17 ottobre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook