Olio Officina Food Festival: l’olio indossa gli abiti della cultura e fa tendenza

Una manifestazione che occuperà per tre giorni l’intero Palazzo Giureconsulti, a pochi passi dal Duomo, il 28 e 29 gennaio a Milano, inaugurazione venerdì  27 con il Maestro Gualtiero Marchesi

Milano città della moda, del terziario e della finanza, ma non solo, ospiterà il primo grande evento tutto dedicato all’olio extra vergine di oliva, re dei condimenti ma fino agli anni sessanta del secolo scorso, non molto utilizzato nella cucina del Nord Italia. Ma perchè scegliere una città come Milano per ospitare Olio Officina Food Festival? Una bella domanda, visto che il capoluogo lombardo è una città senza olivi nè frantoi, dedita solo agli affari.

Eppure tutti gli appassionati e gli esperti del food si riuniranno il 27 – in anteprima – e il 28 e 29 gennaio a Palazzo Giureconsulti – a pochi passi dal Duomo – per celebrare il re dei condimenti. Un grande evento ideato e diretto dall’oleologo Luigi Caricato, tra i migliori e più autorevoli esperti e studiosi dell’olio di oliva.

Da tempo Caricato si dedica alla puntigliosa e metodica ricerca di questo settore oltre che essere autore di oltre venti volumi sull’olio ed è stato inoltre promotore del Convegno “1960-2010: Buon compleanno Olio Extra Vergine”, che ha contribuito a ricordare i cinquant’anni dell’olio extra vergine di oliva.

La prima edizione di Luigi Caricato Festival avrà l’autorevole presenza del maestro Gualtiero Marchesi. Per l’occasione, il Palazzo Giureconsulti si trasformerà in un luogo di pensiero e formazione, ma anche di intrattenimento. Un luogo in cui gli extra vergini verranno esaminati con grande attenzione e studiati in stretta relazione alle diverse materie prime alimentari. Su ciò che concerne l’olio e il cibo, tutto è infatti ancora da interpretare. Occorre capire in particolare le evoluzioni dell’olio in cucina.

L’oleologo Luigi Caricato – autore di oltre venti volumi sugli oli – ha pensato bene di partire in questa edizione dall’olio extra vergine di oliva, perché considerato da tutti il “re” dei grassi, ma nelle successive edizioni del festival andrà inevitabilmente oltre lo stesso extra vergine, sia approfondendo e rivalutando gli altri condimenti, sia studiando un prodotto che a partire dall’extra vergine giunga infine a un ulteriore prodotto, da battezzare con una nuova denominazione merceologica e nuovi profili, senza mai fermarsi alle apparenze.

Non solo chef, in ogni caso. A Olio Officina Food Festival c’è spazio anche per le riflessioni di nutrizionisti, chimici dell’olio, dietologi, pediatri, biochimici, oltre, ovviamente, che per oleologi, assaggiatori d’olio professionisti o amatoriali, analisti sensoriali e, più in generale, per gli interpreti di bisogni collettivi. Ci sarà il mondo dei consumatori, i professionisti del food, i quali seguiranno un percorso formativo a loro appositamente dedicato, ma non necessariamente tecnico, impegnati nel ragionare intorno alla cucina di ricerca.

Ci saranno inoltre gli studiosi, che potranno seguire gli approfondimenti scientifici inerenti le correlazioni tra condimenti e alimenti, in una apposita sessione a loro dedicata; e ci saranno pure spazi di qualificato intrattenimento per i semplici curiosi dalla provata fede gastronomica, frequentatori di scuole di cucina e aspiranti chef per diletto.

L’illustrazione simbolo della prima edizione del festival, dal titolo “La leggerezza dell’olio”, è di Angelo Ruta, quasi una sota di danza in cui tutti gli elementi ruotano intorno alla goccia d’olio che è poi anche il segno distintivo di Olio Officina Food Festival, il cui logo è stato invece realizzato dal designer Alberto Martelli.

Location: Palazzo Giureconsulti, Milano, piazza Mercanti 2
Inaugurazione: venerdì 27 gennaio 2012, ore 20,30 Giorni: 28-29 gennaio 2012
Orari del festival ore 9 accredito; ore 10 inizio lavori; ore 13.15 break per il pubblico accreditato; ore 15.15 ripresa lavori; ore 18.45 chiusura lavori sessione diurna; ore 20.15 spettacoli.
Biglietto giornaliero: euro 100
Biglietto per i due giorni: euro 160
Biglietto per spettacoli e corsi di degustazione: euro 15
Biglietto per area bambini 7-11 anni: ingresso libero su prenotazione, accompagnati da genitore/i
Per info e prenotazioni: www.olioofficina.com

Sebastiano Di Mauro

23 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook