Giornata Mondiale Alzheimer: Il Comune a fianco ai malati e famigliari con risorse e servizi

Giornata Mondiale Alzheimer: Il Comune a fianco ai malati e famigliari con risorse e servizi

Un bilancio 300.000 euro per rafforzare la rete di servizi. Attivati centri di ascolto e 10 Alzheimer Café

pierfrancescoMajorinoMilano – In occasione della Giornata Mondiale Alzheimer in programma domani, 21 settembre, il Comune rinnova il suo impegno a sostegno dei malati e dei loro famigliari sia attraverso lo stanziamento di risorse sia attraverso la sua nuova rete di servizi. Fino a tre anni fa non era previsto alcun finanziamento per l’area Alzheimer: quest’anno saranno a disposizione 300mila euro, 150mila di provenienza comunale e 150mila frutto del lascito di un privato cittadino.

Domani presso la Casa dei Diritti in via De Amicis 10 (ingresso da via dei Fabbri 9) il tema sarà discusso con la partecipazioni di esperti e dei rappresentanti di alcune associazioni tra cui Aima (Associazione Italiana Malattia di Alzheimer), Federazioni Italiana Alzheimer, Fondazione Manuli e associazione “Al Confine”. A Milano sono circa 14mila i malati di Alzheimer con un incremento stimato di mille casi all’anno.

L’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino, in merito ha affermato: “Da tre anni siamo al lavoro per non far mancare ai malati e ai loro familiari il sostegno necessario ad affrontare situazioni difficili che non possono essere vissute in solitudine, penso ad esempio a due anziani coniugi di cui uno malato o a figli con uno o entrambi i genitori colpiti da questa patologia. A tutte queste persone confermo l’impegno del Comune nel rafforzare la rete di servizi che insieme al Terzo Settore abbiamo avviato aprendo centri di ascolto e assistenza nei quartieri e gli Alzheimer Café dove prendersi cura delle persone in modo diverso attraverso attività di socializzazione e sollievo”.

Nel giro di un anno il Comune ha avviato nove Centri di Psicologia per l’Anziano e l’Alzheimer (Cpaa) e con il contributo del Terzo Settore sono stati aperti dieci ‘Alzheimer Café’, dove malati e famiglie possono trovare un punto di riferimento, di aiuto, di ascolto grazie alla presenza di quattordici psicologi specializzati. Con il mese di ottobre sarà istituito un Osservatorio Alzheimer Milano e riprenderanno gli incontri del Tavolo costituito due anni fa per coordinare le attività e condividere le esperienze delle numerose associazioni, storiche e di più recente formazione, che operano a Milano.
Sul fronte dei servizi più strettamente legati all’Amministrazione si avvierà un collaborazione con lo sportello CuraMi per la formazione di badanti destinate all’assistenza di anziani malati di Alzheimer.

La linea verde gratuita 800.679.679 che, grazie alle risorse stanziate sarà potenziata, è attiva dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 17.30.

Redazione Milano
20 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook