La Curia di Milano per tre giorni diventa diventa un cinema: tre film per riflettere sul desiderio di salvezza

La Curia di Milano per tre giorni diventa diventa un cinema: tre film per riflettere sul desiderio di salvezza

Curia-Milano-cinema-temporaneoMILANO – Nel centro di Milano oltre ai temporary store, ora c’è anche un cinema temporaneo, infatto il cortile della Curia Arcivescovile sarà trasfornata per tre giorni in una sala all’aperto, che a partire dalle 20.30 di domani ospiterá la rassegna cinematografica “Campo Totale” intitolata “Salvami!”.

Tre film molto significativi della passata stagione, ma poco visti, scelti come testi a partire dai quali riflettere sulla società e le relazioni, alla vigilia dell’inizio del nuovo anno pastorale della Diocesi di Milano.

Ogni sera il percorso sarà introdotto da una critico cinematografico e arricchito dalla testimonianza di un esperto del tema trattato dalla proiezione e di un teologo. Il tutto per riflettere sul desiderio di salvezza e di felicità che è nel cuore di ogni uomo.

Si comincia domani, mercoledì 3 settembre con “Still life” di Uberto Pasolini, la storia di un funzionario comunale la cui mansione è cercare i parenti di persone morte in solitudine. Seguiranno la testimonianza del dottor Momcilo Janhkovic, pediatra oncologo dell’Ospedale San Gerardo di Monza e di monsignor Pierangelo Sequeri, teologo e preside della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale.

Si prosegue giovedì 4 settembre, con la tenace lotta per la sopravvivenza di un navigatore solitario disperso nell’Oceano in “All is lost – Tutto è perduto”, di Jeffrey C. Chandor, con Robert Redford protagonista assoluto. Ne discuteranno il velista oceanico protagonista di regate in solitario e record transatlantici Giancarlo Pedote e monsignor Paolo Martinelli, francescano cappuccino, teologo e vescovo ausiliare della Diocesi di Milano.

Infine, terzo e ultimo film, venerdì 5 settembre, “Nebraska” di Alexander Payne, la storia di un figlio che decide di accompagnare il padre anziano attraverso l’America per ritirare il premio di una fantomatica lotteria. Il commento sarà affidata a Claudio Risè, psicoterapeuta e scrittore e a monsignor Carlo Faccendini, vicario episcopale di Zona I della Diocesi di Milano.

Le proiezioni si terranno alle 20,30 (in caso di maltempo si effettueranno nella sala interna).
L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti, ma è obbligatoria la prenotazione sul sito www.chiesadimilano.it oppure telefonando all’ufficio comunicazioni sociali della curia 02.8556240.

Sebastiano Di Mauro
2 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook