L’ultima luna d’estate 2014 è in Brianza dal 23 agosto

L’ultima luna d’estate 2014 è in Brianza dal 23 agosto

ultima-luna-destate-brianzaLa XVII edizione de L’Ultima luna d’estate, Festival del teatro popolare di ricerca, torna dal 23 agosto al 7 settembre. Organizzato dall’Associazione Teatro Invito in collaborazione con Bis – Brianza in scena, è realizzato con il contributo della Provincia di Lecco, della Fondazione Cariplo, del Consorzio Brianteo Villa Greppi, dei Comuni di Bulciago, Calco, Carnate, Casatenovo, Lesmo, Lomagna, Missaglia, Montevecchia, Olgiate Molgora, Osnago, Unione Comuni Valletta, Sirone, Sirtori, Usmate Velate, Viganò, Parco Del Curone E Parco Dei Colli Briantei.

Il Festival è parte diBIS! Brianza in Scena l’associazione che ri-unisce le attività di Teatro Invito, Piccoli Idilli e ScarlattineProgetti. Main sponsor del Festival è Acel Service.

L’ultima luna d’estate 2014 è dedicata al tema dell’eroismo. Ricca e varia la programmazione tra spettacoli, musica, recital, aperitivi teatrali, degustazioni enogastronomiche, mercatini della terra, laboratori, teatro per i più piccoli – ambientati in luoghi da scoprire immersi nella natura nei più suggestivi Comuni del Parco Regionale di Montevecchia e Valle del Curone e Parco dei Colli Briantei, della provincia di Lecco e di Monza e Brianza.

L’Ultima Luna d’estate si inaugura sabato 23 agosto alle 18.00 a Villa Greppi di Monticello Brianza, con l’incontro Beato il paese che non ha bisogno di eroicon Daniele Biacchessi, Piero Colaprico e Vittorio Colombo.

Alle 21.00 (Villa Mariani/Casatenovo), Placido Rizzotto, sindacalista siciliano che da vita alla prima forma di antimafia sociale del dopoguerra è l’eroe celebrato in Ossa, di e con Alessio di Modica e, a seguire alle 23.00, Aut. Un viaggio con Peppino Impastato, raccontato da Artevox. Domenica 24 agosto l’ex convento canossiano di Lesmo (ore 21.00) ospita L’ultima estate dell’Europa, con Giuseppe Cederna, viaggio attraverso le memorie, poesie, racconti, lettere dal fronte della Grande Guerra di cui quest’anno ricorre il centenario.

Assemblea Teatro immagina, il 25 agosto alle 21.00 nel Chiostro di San Giovanni a Perego, Giordano Bruno, martire per un ideale arso vivo dalla Santa Inquisizione, dialogare nella notte che precede la sua esecuzione ne L’ultima notte di Giordano Bruno.

Il 26 agosto, Eugenio Allegriė protagonista diBerlinguer, i pensieri lunghi, regia di Giorgio Gallione (Casa Gola, Olgiate Molgora). Le gesta di Ulisse, eroe per eccellenza, raccontato dal cantore Femio nello spettacolo di Luca Radaelli (Parco di Villa Borgia di Usmate Velate, 27 agosto).

Il secondo fine settimana del Festival apre con due eroi che si sono alternati alla gloria sportiva per un ventennio: Fausto Coppi e Gino Bartali in Nelle vene sangue e benzina di Ortoteatro (29 agosto, ore 21.30 Municipio di Sirone), preceduto alle 18.30 a Sirtori dai I grandi tamburi del Giappone. Il 30 agosto tre spettacoli: il primo è il tenero racconto di Cada Die Teatro di Pierpaolo Piludu, ambientato nella Seconda Guerra Mondiale, La bella gioventù(ore 18.30, Villa Besana, Sirtori). Si prosegue alle 21.00 alla Cascina Ceregallo di Sirtori con L’altra opera, Giuseppe Verdi agricoltore di Roberta Biagiarelli e Sandro Fabiani, e alle 23.00 all’antica Antica Chiesa di Perego con chi per un ideale ha ucciso, credendosi nel giusto, come gli Animali di periferia, la banda armata del XXII ottobre di Teatro dell’Ortica.

Domenica 31 agosto si comincia alle 18.30 (Cascina Bagaggera, Rovagnate) con Il tacchino farcito, “suite” familiare per voci recitanti, tenore, violino e chitarre di Lilia Marcucci, Eugenio “Baci” Canton/Dadaiko Project, per poi proseguire alParco Verde di Lomagna (21.30) con Nostra Italia del miracolo drammaturgia e regia Giulio Costa che, partendo dalle parole Camilla Cederna, compie un insolito giro d’Italia.

Da lunedì 1 settembre grandi personaggi femminili in scena: donne, come spesso accade, vissute all’ombra di un uomo più famoso di loro, come Camille Claudel, moglie dello scultore Auguste Rodin, in L’Age mur nié per Scenaperta (21.30, Parco di Villa Banfi, Carnate).

Antonia Pozzi, la poesia ha questo compito sublime nella voce di Lucilla Giagnoni è il 4 settembre al Monastero della Misericordia di Missaglia, preceduto alle 18.30 da Gli antieroi della Bovisa Galbusera Bianca, viaggio nella canzone milanese degli anni ’60-’70.

Venerdì 5 settembre a Villa D’Agostino di Osnago protagonista Zelda, la moglie di Francis Scott Fitzgerald, interpretata da Giorgia Cerruti, in Zelda. Vita e morte di Zelda Fitzgerald.

Martedì 2 e mercoledì 3 settembre va in scena la coproduzione di Bis – Brianza in Scena: uno spettacolo itinerante site specific nei giardini di Villa Greppi, grande successo già al debutto nel giugno scorso, una compagnia di 14 artisti, per lo più giovani under 30 mette in scena il Sogno di una notte di mezz’estate di William Shakespeare in un allestimento unico perché calato ogni volta in uno spazio scenico diverso.

Nel solco del binomio arte e natura il 5 settembre Teatro Invito e GEV Parco propongono Costellazioni. Storie di eroi e di dèi, camminata notturna tra Cereda e Sirtori con ascolto dei suoni e delle parole della notte.

Sabato 6 settembre alle 16:30 (Villa Patrizia, Sirtori) Teatro Invito racconta due bluesman, musicisti girovaghi, un po’ straccioni e un po’ poeti in Cappuccetto Blues. Seguono gli “eroi” de La Conquista del Cervino raccontata da Roberto Anglisani (18.30, Cascina Butto, Montevecchia). Alle 21.30 all’Arena Chiesa Romanica di Arlate di Calco, Andrea Brunello interpreta il grande fisico premio Nobel Richard Feynman, svelando i misteri della meccanica quantistica con un risvolto molto umano ne Il principio dell’incertezza.

Domenica 7 settembre gran finalecon un eroe musicalealle 21.30 alla Villa Taverna Pegazzano Riccardi di Bulciago con Io, Ludwig Van Beethoven, nell’interpretazione di Corrado D’Elia.

IL FESTIVAL PER I PIU’ PICCOLI e RAGAZZI
La sezione che Festival dedica ai più piccoli, bambini e ragazzi, con una serie di spettacoli pomeridiani prevede il primo appuntamento il 24 agosto alle 16.30 al Parco Verde di Lomagna con Teatrino dell’Erbamatta e il suo Il gatto con gli stivali. Il 28 agosto un eroe mai diventato famoso, come il terzo portiere Orlandi di Teatro Invito ne La testa nel pallone(ore 21.00, Parco Il Gelso, Viganò). Il 31 agosto alle 16.30 a Missaglia Teatro Blu ne La bella e la bestia. Domenica 7 settembre alle 16.30 al Parco Vivo di Casatenovo con I burattini di Christian Waldo e lo spettacolo La colombina furiosa, si terrà poi un laboratorio sul circo aperto a tutta la famiglia a cura di Spazio Bizzarro.

TRA TEATRO E BACCO
Aperitivi teatrali e musicali come Mutamenti, lo strepitoso duo armonica – violoncello De Aloe-Godianich, progetto crossover che parte dal jazz ma abbraccia generi e stili diversi, che il 28 agosto alle 18.30 è a Galbusera Nera. Domenica 7 settembre infine alle 18.30 la Cantina del Prufesur di Montevecchia ospita Cabaret Berlino, del gruppo Gli artigianauti.

Per Informazioni e prenotazioni Teatro Invito, via Roma 19 – Perego (LC) | Tel. 039 5971282 | [email protected]

 

Redazione Spettacolo
18 agosto 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook