Un campo di mais nell’area Expo Gate di fronte al Castello Sforzesco

Un campo di mais nell’area Expo Gate di fronte al Castello Sforzesco

campo-mais-castello-sforzesscoMilano – Un campo di mais nel cuore di Milano. E’ questa la sorpresa che hanno avuto questa mattina i milanesi e non solo, che sono passati da Via Beltrami tra i due padiglioni di Expo Gate di fronte al Castello Sforzesco.

Per l’esattezza si tratta di un campo con oltre 1500 piante dell’altezza di quasi 2 metri su un’area di 360 metri quadrati.

Un’installazione in tema con l’Esposizione Universale, Nutrire il Pianeta Energia per la Vita.

Il mais rappresenta uno degli alimenti base per la nutrizione di gran parte della popolazione mondiale, ricco di qualità e fra gli altri ha il pregio di dare sazietà e ha un costo basso.

Si tratta di uno dei Cluster di Expo Milano 2015, “Cereali e Tuberi. Vecchie e Nuove Colture”

E non è tutto poiché il paesaggio agricolo che appare agli occhi dei passanti riporta col pensiero a una Milano agricola, quando oltre il Castello c’era la campagna.

In sostanza cos’è quantomais? E’ un passaggio agricolo che trasforma spazi e abitudini in una nuova esperienza da condividere.

L’idea e la realizzazione si devono allo studio A4A Rivolta Savioni Architetti su invito della curatrice di Expo Gate Caroline Corbetta.

Il campo di mais da oggi presente in Via Beltrami é stato seminato nella prima decade di giugno e coltivato nella cascina Gambarina ad Abbiategrasso fino alla fine di luglio, per poi essere trasportato in una notte, qui dove il granoturco vivrà e crescerà per tutto agosto nella piazza di Expo Gate.

Tuttavia non solo mais, perché all’interno della piantagione si troveranno fiori e ortaggi di stagione come girasoli, zucche, zucchine, okra e piante aromatiche, lì si terranno tante iniziative a cominciare da laboratori per bambini, intrattenimenti musicali, fino a letture e improvvisazioni.

E tanti gli eventi collaterali gratuiti, che avranno luogo sia all’aperto tra il mais, sia all’interno dello spazio Sforza, a partire dal 31 luglio e dureranno per tutto il mese di agosto presso Expo Gate.

“Uno spazio estemporaneo da vivere, – cosi definisce quantomais Caroline Corbetta – un regalo per i milanesi rimasti in città e per i turisti”.

Infine con la posa del mais in Expo Gate si da il via al bando per adottare una o più sezioni del campo, che a fine agosto sarà redistribuito attraverso il sito www.quantomais.org

Una sorta di continuità per vivere in piccoli appezzamenti nei luoghi della città che ne abbiano fatto richiesta come orti e vivai, ma anche scuole e università

Per ulteriori info. sulle attività del mese di agosto http://www.expo2015.org/it/cos-e/expo-gate

Manuelita Lupo
30 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook