Emergenza profughi: appello del Comune di non intralciare il lavoro delle Forze dell’Ordine

Emergenza profughi: appello del Comune di non intralciare il lavoro delle Forze dell’Ordine

Emergenza-profughi-MilanoDopo l’annuncio di ieri di Asccomm Porta Venezia, in merito all’avvio di regolari ronde a partire da giovedì sera, con l’impiego di gruppi di volontari che pattuglieranno la zona indossando regolari pettorine, il Comume, ricorda ai cittadini che le  ronde hanno una rigida regolamentazione definita nel 2009 con un decreto dell’allora Ministro dell’Interno Maroni, fa appello perchè non si intralci il lavoro delle forze dell’Ordine.

Per fronteggiare la pressione esercitata sul quartiere con l’emergenza dei profughi eritrei l’amministrazione ha messo in atto una serie di misure nella zona di Porta Venezia e agisce su un doppio binario: l’accoglienza, da maggio sono stati accolti nelle strutture quasi 4 mila eritrei e la Polizia locale è presente al Parco Montanelli e lungo i Bastioni di Porta Venezia, dalle 20 alle 24 con due pattuglie per invitare i profughi a servirsi delle strutture messe a disposizione e a non bivaccare. Inoltre la Polizia locale interviene nel contrasto all’illegalità: in questi mesi sono stati effettuati 73 controlli negli esercizi pubblici del quartiere contro l’abusivismo commerciale. Sono 10 le multe fatte per irregolarità nelle licenze, tre le attività sospese e in una è stato effettuato un sequestro per alimenti in cattivo stato di conservazione. Sempre contro l’illegalità nel quartiere, negli ultimi 15 giorni sono state arrestate 6 persone per furto nelle attività commerciali.

Sebastiano Di Mauro
16 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook