Pisapia a Dubai a parlare di Expo 2015

Pisapia a Dubai a parlare di Expo 2015
la Sceicca Lubna Bin Khaled Al Qassimi

la Sceicca Lubna Bin Khaled Al Qassimi
la Sceicca Lubna Bin Khaled Al Qassimi

Nel giorno delle celebrazioni del 2 giugno, quest’anno dedicate a Expo Milano 2015, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, intervenendo presso l’Ambasciata d’Italia ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, alla presenza del Ministro della Cooperazione Internazionale, Sceicca Lubna Bin Khaled Al Qassimi, e il Ministro della Cultura Sceicco Nahyan Bin Mubarak Al Nahyan, ha affermato: “Ho accolto con particolare piacere l’invito a partecipare a questa iniziativa nelle Ambasciate italiane nel giorno della Festa della Repubblica. L’Italia oggi parla di Expo 2015 al mondo, e farlo negli Emirati Arabi Uniti ha per me, come Sindaco di Milano, un significato ancora  più importante. Dubai, proprio da Milano prenderà il testimone per Expo 2020. L’Esposizione universale del 2015 sarà un evento unico, innovativo e sostenibile che parlerà dei temi cruciali per il futuro del Pianeta, come la sana alimentazione, l’acqua bene comune, la lotta agli sprechi”.

Pisapia nella stessa circostanza ha ancora afferemato:
Milano si presenterà ai venti milioni di visitatori, che attendiamo anche da Dubai e dagli altri Emirati, una grande città internazionale e smart, portabandiera del Made in Italy, senza rinunciare alle tradizioni e alle conoscenze del passato, che ne hanno fatto una delle capitali europee dell’economia e della cultura”.

Aggiungendo inoltre:
Abbiamo posto le basi per una collaborazione forte che unisca le due grandi Expo, da Milano 2015 a Dubai 2020, per dare continuità a un evento mondiale. In particolare l’impegno comune riguarderà la realizzazione di iniziative per ‘Expo in Città’ e per la promozione dei temi delle Esposizioni di Milano ‘Feeding the Planet – Energy for Life’ e di Dubai ‘Connecting Minds – Creating the Future’. Questa alleanza svilupperà ancora di più i rapporti tra i due Paesi”.

Redazione Milano
2 giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook