Nina, da Il gabbiano di Anton Cechov al teatro Libero

Nina, da Il gabbiano di Anton Cechov al teatro Libero

Premio Nazionale Teatrale Calandra 2013 – Premio miglior spettacolo e miglior attrice

Nina-teatro-liberoDall’1 al 6 aprile 2014 sul palco del Teatro Libero di Milano andrà in scena “Nina”, liberamente ispirato a Il gabbiano di Anton Cechov, di Fabrizio Visconti e Rossella Rapisarda, con Rossella Rapisarda, scene e costumi Ulisse Pantaleone, regia Fabrizio Visconti.

Un treno. Un biglietto del treno. Uno spettacolo da fare prima di partire. Una scommessa da giocare fino in fondo. Una storia di Amore per la Vita e Amore per l’Arte. Attraverso atmosfere rarefatte e momenti comici, il pubblico diventa partner intimo di un dialogo che tocca profondamente il tema del mistero dell’uomo e delle sue scelte, il mistero di questa insanabile e commovente sospensione tra terra e cielo, tra richiamo verso l’alto e bisogno di radici, celebrando così l’Amore per la vita che seduce e spinge oltre, fino ad affermare con Cechov: “Com’è tutto meravigliosamente mescolato in questa vita…”.

“Il lavoro di Rossella e Fabrizio sul ruolo di Nina Zarecnaja rappresenta non solo l’apposizione di una firma stilistica di quest’attrice e questo regista sul loro teatro, ma, ancora più importante, li ha profondamente cambiati artisticamente e umanamente, arrivando così a segnare una sorta di contratto spirituale tra la loro vita e la loro vocazione artistica. Guardi per pochi attimi il lavoro di Rossella, e, di lì in avanti, in qualsiasi istante, vedrai come, attraverso la trasparenza dell’attrice, ti è improvvisamente rivelato il personaggio vivo di Nina, e contemporaneamente, attraverso il ruolo di Nina, c’è la vita vera di Rossella. No, questo non nasce semplicemente da una tecnica di lavoro dell’attore sopra un ruolo, è il risultato di una vita intera che il personaggio, l’attrice e il regista hanno vissuto insieme per più di 10 anni. E gli conceda Dio ancora lunghi anni di coauthorship felice.” (Jurij Alschitz).

La sera del 2 aprile sarà dedicata all’anima russa dello spettacolo. Dopo la rappresentazione verrà proiettato un breve video per raccontare lo straordinario viaggio fatto in Russia da Fabrizio Visconti e Rossella Rapisarda nel 2010, in occasione dei 150 anni della nascita di Anton Cechov. Il progetto è nato da un’idea del regista e pedagogo Jurij Alschitz e ha visto oltre sessanta artisti prendere un treno da Mosca a Yelets – il paesino in cui Nina, protagonista de Il gabbiano, torna alla fine della pièce – per festeggiare con scene, poesie, racconti e musica il grande autore russo, in un meraviglioso connubio tra arte e vita. E per finire, pane e vodka per tutti! (per i soci dell’Associazione Italia Russia Lombardia biglietti ridotti a 10 euro + 1,50 in caso di prenotazione)

Redazione Spettacolo
29 marzo 2014

INFO:
Teatro Libero -Via Savona 10 Milano
PREZZI BIGLIETTI
Intero: € 19,00
Under 26: € 15,00
Over 60: € 11,00
ORARIO SPETTACOLI
dal lunedì al sabato ore 21.00
domenica ore 16.00
ORARI BIGLIETTERIA
da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00
Nei giorni di spettacolo:
da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 21.30
sabato dalle 19.00 alle 21.30
domenica dalle 14.00 alle 16.30
INFO E PRENOTAZIONI
02 8323126
[email protected]
ACQUISTI ONLINE  www.teatrolibero.it

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook