Il restauro del Napoleone di Canova a Brera

Il restauro del Napoleone di Canova a Brera

Entrano nel vivo i lavori per restituire agli antichi splendori il manufatto del celebre scultore
restauro-napoleone-canova-breraEntra nel vivo la fase di restauro della statua di Napoleone di Canova presso l’Accademia di Brera.

Prosegue nei tempi previsti, la realizzazione del progetto studiato dalla Soprintendenza per i beni Storici Artistici e Etnoantropologici di Milano e dall’Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi, sostenuto da Bank of America Merrill Lynch 2013 Art Conservation Project.

Grazie alla preziosa collaborazione di importanti partners come: lo studio Myallonnier Ingegneria che ha effettuato la digitalizzazione della scansione 3D dell’intero monumento, realizzando le prime tavole orto-fotografiche necessarie per l’individuazione del baricentro della statua e la distribuzione del suo peso sul basamento.

L’Istituto per la Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali (ICVBC) e l’Istituto di Scienze marine (IsMAR) del CNR che ha eseguito una prima campagna di campionatura e analisi della superficie bronzea, attraverso prelievi di campioni di materiali in superficie sottoforma di microframmenti e polveri.

Lo studio CSG Palladio che ha effettuato una campionatura delle superfici della schiena e della zona protetta dal manto necessaria per identificarne la lega e per determinare lo spessore dei prodotti di corrosione.

Lo studio Colella Servabo Restauri che ha avviato, contestualmente ai risultati consegnati dal CNR, le operazioni di preliminare pulitura sia del basamento marmoreo che della superficie bronzea.

Ciò è avvenuto tramite interventi non aggressivi: cicli di lavaggi di acqua deionizzata atomizzata e test localizzati a tampone di cotone, in parallelo all’uso di solventi appositamente studiati attraverso prove selettive sono stati effettuati test di pulitura con laser Eos100Lqs.

Il progetto di restauro è reso possibile grazie al generoso contributo di Bank of America Merrill Lynch che, attraverso l’Art Conservation Project, sostiene istituzioni non profit dedite alla conservazione di opere significative per il patrimonio culturale e artistico.

Questa iniziativa, istituita nel 2010, ha dato vita a 57 progetti di conservazione in 25 paesi nei quattro continenti e ha aiutato a sensibilizzare l’opinione pubblica verso un settore spesso trascurato.
Il Napoleone di Canova è una delle 24 opere d’arte internazionali che sono state selezionate per l’assegnazione di fondi nel 2013.

Il restauro è progettato e diretto da Daniele Pescarmona per la Soprintendenza per i beni storici artistici e etno-antropologici di Milano.

di Fabio Colucci
16 febbraio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook