Strage di via Palestro: arrestato Filippo Marcello Tutino

strage-via-palestroUna svolta nell’inchiesta sulla strage di via Palestro. La Squadra Mobile di Milano ha arrestato Filippo Marcello Tutino.

Dall’inchiesta degli investigatori milanesi, Tutino avrebbe fornito supporto logistico al gruppo di persone incaricate di compiere la strage, nonchè prelevato Spatuzza e Francesco Giuliano alla stazione di Milano, insieme ai quali avrebbe partecipato al furto della Fiat Uno, al trasporto dell’esplosivo ed alla sua collocazione su questa auto, che poi fatta è stata fatta esplodere.

L’uomo ora è indagato per concorso in strage pluriaggravata dalla finalità di terrorismo per aver agevolato l’attività dell’associazione mafiosa “cosa nostra” per la strage di via Palestro del 27 luglio 1993.

Nel drammatico evento, di cui è ancora chiaro il ricordo nel capoluogo meneghino, persero la vita il Vigile Urbano Alessandro Ferrari, i Vigili del Fuoco Carlo La Catena, Sergio Pasotto e Stefano Picerno, ed il cittadino extracomunitario Moussafir Driss.

Secondo il gip del Tribunale di Milano, Anna Laura Marchiondelli, il Procuratore Aggiunto Ilda Boccassini ed il Sostituto Procuratore Paolo Storari – il coinvolgimento di Tutino nella strage, per cui sono già stati condannati altri soggetti, tra i quali il fratello Vittorio, è emerso per la prima volta dalle riscontrate dichiarazioni di Spatuzza.

Sebastiano Di Mauro
14 gennaio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook