Il cardinale Scola e il premier Letta dialogano su “Cosa nutre la vita? Expo 2015”

Il cardinale Scola e il premier Letta dialogano su “Cosa nutre la vita? Expo 2015”

cardinale-scolaOggi lunedì 9 dicembre alle ore 18,15 presso la Sala Silver del MiCo  (Milano, via Gattamelata 5, l’Arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola incontrerà il presidente del Consiglio Enrico Letta, per dialogare sul tema “Cosa nutre la vita? Expo 2015”. Al dibattito, interverranno il Commissario Unico per EXPO 2015 Giuseppe Sala, Simona Beretta (docente di politica economica alla Cattolica di Milano), Michela Marzano, (docente di Filosofia a Parigi ed editorialista di Repubblica), Massimo
Del contenuto del libro, il cardinale Angelo Scola, ne aveva fatto ampio riferimento nel tradizionale discorso alla Città e alla Diocesi venerdì 6 dicembre presso la Basilica di Sant’Ambrogio, in occasione della solenne ricorrenza del santo patrono, alla presenza delle autorità istituzionali della Regione, della Provincia e del Comune.
Nel libro “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”, a cui ha fatto riferimento il discorso del cardinale Scola , sono contenuti quattro parole chiave: alimentazione, energia, pianeta, vita. Ciascuna forma di vita ha bisogno di energia. Il nesso vita-alimentazione, a sua volta incide sullo sviluppo del pianeta. Questa complessa circolarità chiama in causa una quinta parola chiave: l’uomo.
Particolare attenzione viene prestata nel libro ai temi di Expo 2015, che per il cardinale rappresentano un’occasione privilegiata per approfondire l’ecologia dell’uomo.
Papa Francesco ha fatto riferimento a questo dovere fin dall’omelia della Messa per l’inizio del suo ministero petrino: «La vocazione del custodire, però, non riguarda solamente noi cristiani, ha una dimensione che precede e che è semplicemente umana, riguarda tutti. È il custodire l’intero creato, è l’avere rispetto per ogni creatura di Dio e per l’ambiente in cui viviamo. È il custodire la gente, l’aver cura di tutti, di ogni persona, con amore, specialmente dei bambini, dei vecchi, di coloro che sono più fragili e che spesso sono nella periferia del nostro cuore» (19 marzo 2013).
Benedetto XVI nella sua ultima enciclica Caritas in Veritate aveva parlato significativamente di “ecologia dell’uomo”: «La Chiesa ha una responsabilità per il creato e deve far valere questa responsabilità anche in pubblico. E facendolo deve difendere non solo la terra, l’acqua e l’aria come doni della creazione appartenenti a tutti. Deve proteggere soprattutto l’uomo contro la distruzione di se stesso. È necessario che ci sia qualcosa come un’ecologia dell’uomo».
Una delle urgenze più drammatiche del nostro tempo è senz’altro la tragedia della fame.
La questione della fame è una questione dirimente non solo per capire come “abitare il mondo domani”, ma altresì per capire se domani ci sarà ancora un mondo abitabile.
Il libro fa riferimento al rapporto FAO, relativo al periodo 2010-2012 esprime l’idea che la crescita economica è sì necessaria, ma non sufficiente a contrastare fame e malnutrizione. Non a caso, la FAO ha lanciato per il 2014 l’anno internazionale della agricoltura familiare. Proprio all’interno della famiglia, infatti, si imparano più facilmente le relazioni buone che fanno fiorire uno sviluppo umano integrale.
Il libro “Cosa nutre la vita? – Expo 2015” è in uscita oggi per Edizione Centro Ambrosiano (96 pagine,  8,90 euro) e disponibile anche in EBook nella collana I corsivi di Corriere della Sera in tutti gli store digitali (da 1,79 euro).
L’ingresso all’incontro è gratuito ma è necessario prenotare il posto iscrivendosi su www.chiesadimilano.it/comunicazionisociali o telefonando in orari d’ufficio a 02.85.56.240.

Redazione Milano
9 dicembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook