IL MUSEO MARTINITT E STELLINE DI MILANO PARTECIPA ALLE GIORNATE EUROPEEE DEL PATRIMONIO 2011

di Sebastiano Di Mauro

L’Italia insieme ad altri 49 Stati Europei, aderisce  alle Giornate Europee del Patrimonio 2011 che si terranno il 24 e il 25 settembre, con lo slogan, ormai consolidato: “L’Italia tesoro d’Europa”. Fin dalla loro istituzione nel 1954, sono state apprezzate da tutti e hanno contribuito a far conoscere lo straordinario patrimonio culturale europeo.

Il  MiBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali partecipa con tutti i suoi Istituti centrali e territoriali che, oltre ad organizzare eventi per l’occasione, aprendo gratuitamente al pubblico tutti i luoghi d’arte statali, dando così la possibilità ai cittadini di scoprire o riscoprire liberamente musei, monumenti o siti archeologici noti e meno noti offrendo lo spunto per una riflessione sulle fondamenta della nostra storia.

 

In concomitanza con le giornate Fai il pieno di Cultura, di Regione Lombardia il MUSEO MARTINITT e STELLINE  di Milano ha organizzato “I documenti raccontano”: la storia tra letture sceniche e laboratori –  dove sarà possibile rivivere le avvincenti storie dei Martinitt, sino ad oggi anonime, grazie ad una regia studiata appositamente per valorizzare le fonti d’archivio, nelle letture teatrali e nelle attività laboratoriali rivolte al grande pubblico.

Due giornate dedicate alla STORIA. Storie di vita quotidiana degli orfani più amati di Milano, che si intersecano con la grande storia della città. Grazie ai dossier appositamente creati per il progetto ideato dalla Regione Lombardia “I documenti raccontano”, il pubblico potrà immedesimarsi in atmosfere di una quotidianità lontana, eppure attuale.

Gli eventi, con ingresso gratuito,  si svolgeranno con i seguenti orari: ore 11.00 e ore 15.00: laboratori e visita guidata ore 18.00: letture sceniche “I DOCUMENTI RACCONTANO – I tumulti del 1833, L’orfano Enrico Vaghi, Una nuova Vita sulla nave scuola-Scilla” a cura di Alessia Bedini, voce recitante-adattamento drammaturgico e Emanuele “Manolo” Cedrone, percussioni-paesaggi sonori.

Per la partecipazione agli appuntamenti in programma è obbligatoria la prenotazione telefonando al numero 02.430065.22, da martedì a sabato dalle ore 10.30 alle ore 18.30 o inviando una e-mail a [email protected]

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook