Chiuso “Mi GENERATIONCAMP” il 1°Forum dei giovani

Chiuso “Mi GENERATIONCAMP” il 1°Forum dei giovani

Pisapia: “Milano modello italiano per le politiche giovanili”.

Mi Generation CampMeno burocrazia per gli eventi sociali e culturali destinati ai giovani e alla città, la destinazione del cortile della Fabbrica del Vapore per eventi e concerti ed infine l’apertura serale dello spazio Informagiovani di Via Dogana affinché sia sempre a disposizione dei giovani con la finalità di una città inclusiva a 360°.
Sono queste, le principali proposte emerse in questi tre giorni alla Fabbrica del Vapore di Via Procaccini .
Sono migliaia i giovani che hanno partecipato all’evento.
Questa tre giorni di Mi Generation Camp rappresenta una vera ripartenza per tutta la città. – ha rilevato il Sindaco Giuliano Pisapia a conclusione dei lavori – Da qui si è aperta la strada per un passo in avanti concreto sulla visione della città. Ora dobbiamo metterci tutti al lavoro per raggiungere gli obiettivi indicati dal Forum e per diventare modello, in Italia, sui temi che riguardano le politiche giovanili a beneficio anche di tutta la città.
Durante il Forum sono stati presentati altri progetti, fra questi “Ospitalità solidale”.
Si tratta di una risposta alle necessità dei giovani, studenti, ricercatori, lavoratori fuori sede, di avere una casa: “In cambio di attività di interesse sociale e di vicinato solidale in quartieri popolari” – ha spiegato l’assessore alla Città metropolitana, Casa e Demanio Daniela Benelli nel suo intervento al Forum , nell’ambito di un dibattito sull’abitare.
Proprio in questi giorni si è aperto il bando per assegnare l’ente che gestirà il progetto relativo a 24 alloggi e 3 spazi per uso diverso, nei quartieri popolari Ponti e Ca’ Granda Nord/Monterotondo, da destinare a giovani tra i 18 e i 30 anni titolari di redditi bassi (non oltre i 1500 euro).
Anche il coworking e il microcredito sono stati al centro del dibattito sul tema del lavoro, queste iniziative sono al centro dell’azione dell’Amministrazione.
Oggi a Milano, grazie ai diversi interventi comunali e alle azioni sinergiche con le altre istituzioni, è stato possibile dare avvio, in due anni, a 150 start-up e a oltre 1000 tra nuove assunzioni e stabilizzazioni di lavoratori precari” ha spiegato l’Assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Cristina Tajani, durante il suo intervento di sabato mattina al primo Forum dei giovani.
Una Milano che vuole guardare avanti con un ottica diversa. “Con lo sguardo dei giovani – ha precisato Alessandro Capelli, delegato del Comune alle Politiche Giovanili – il Mi Generation Camp ha parlato di coraggio e ha indicato chiaramente che i giovani sono una soluzione per il presente e per il futuro.

Manuelita Lupo
1 ottobre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook