La polizia locale di Milano arresta una banda di egiziani all’Ortomercato. Oggi processo per direttissima

bancale-fruttaDopo una segnalazione di alcuni grossisti del mercato ortofrutticolo,  ieri la polizia locale di Milano ha sgominata una banda dedita al taccheggio all’interno dell’Ortomercato di Milano.
Erano tre gli uomini di nazionalità egiziana, di età compresa tra i 22 e i 29 anni, e tutti sono stati arrestati, in flagranza di reato dagli agenti della Polizia locale del presidio interno al mercato.
I tre sono stati denunciati alla Procura della Repubblica per furto con scasso di merce esposta alla pubblica fede e saranno processati per direttissima già oggi stesso.
I tre extracomunitari, erano stati visti alle 6.30 del mattino, da alcuni commercianti,  che si aggiravano tra i bancali del mercato, dai quali avevano sottratto una trentina di cassette di frutta esotica del valore di alcune centinaia di euro, con l’obiettivo di rivendere poi avocados e manghi nei mercati settimanali della città attraverso le reti del commercio ambulante abusivo.
L’assessore alla Sicurezza e Polizia locale Marco Granelli, in merito ha così commentato: “Gli arresti di oggi sono un ulteriore tassello dell’azione della Polizia locale e del Comune di Milano per garantire la legalità e la sicurezza all’Ortomercato, con il duplice obiettivo di tutelare i cittadini consumatori e di salvaguardare attività commerciali che hanno un particolare valore strategico per la città”. Aggiungendo che l’operazione  è l’ultima in ordine di tempo effettuata all’Ortomercato dalla Polizia locale, che da mesi monitora costantemente la situazione nei mercati all’ingrosso di Milano e raccoglie materiale utile alle indagini della Procura.
Il Comandante della Polizia locale Tullio Mastrangelo ha comunicato il bilancio delle attività del presidio dei Vigili all’Ortomercato negli ultimi sei mesi: 400 persone sono state fermate, identificate e denunciate per accesso abusivo nell’area; sono stati effettuati 4 arresti nell’ambito delle indagini sul riciclaggio dei rifiuti e altri 5 arresti per rissa aggravata; è stato scoperto un latitante su cui pendeva un mandato di cattura dal 2010 ed è stato fermato un uomo che si era reso responsabile di una rapina; sono stati eseguiti una sessantina di controlli per il contrasto del lavoro nero che hanno portato a una trentina di denunce; sono state emesse una ventina di sanzioni in seguito alle verifiche sulla qualità del trasporto della merce, soprattutto dei prodotti ittici; sono stati sequestrati 2.500 chili di merce posta abusivamente in vendita.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook