A Milano si ricercano 18 Pirati

 

 

di Sebastiano Di Mauro

Ancora un idea di Maurizio Colombi, che dopo Peter Pan, I Gormiti, Christmas Show, Heidi e Caveman ora è alle prese coi “Pirates”

Avrà inizio lunedi 5 settembre, tra gli oltre 600 che hanno risposto all’appello, la ricerca di 18 pirati che dovranno saper ballare, cantare e recitare, ma, soprattutto improvvisare. L’avventura parte quindi con la ricerca di Barbarossa, del Corsaro Nero, di Lord Green, di Morgan della ciurma, dei rivali inglesi, dal Teatro Nuovo di Milano dove, dal 15 novembre prossimo, sarà in scena per due settimane, per poi proseguire verso altri…mari…..ops…palcoscenici!

Protagonista della vicenda, che prende spunto dalle storie sui pirati che affollavano le acque caraibiche tra il diciassettesimo e diciottesimo secolo, LUISA CORNA, attrice, cantante presentatrice, che indosserà i panni di Jolanda in uno spettacolo divertente, ironico, pungente (chi si nasconde veramente sotto le vesti dei protagonisti? un sottotesto che emerge man mano con la storia fino a rivelare…).

Uno spettacolo nel corso del quale il pubblico stesso sarà protagonista. Sarà infatti coinvolto ancora prima che il sipario si apra: i pirati Jolanda, Barbarossa, il Corsaro Nero e Morgan andranno nel foyer per reclutare tra gli spettatori i propri alleati, già assegnati, dal biglietto di ingresso, ad una flotta specifica. Sarà davvero una flotta o…una divisione politica?

Questo avviene in gran segreto mentre la guardia inglese accompagna un bandi…tore che proclama guerra alla pirateria e forti taglie sui famigerati capitani.  Ad un tratto … la cattura di un pirata che invano chiede aiuto al pubblico alleato …la sua condanna a morte, la rivolta di alcuni pirati, l’impiccagione … l’uccisione di un ufficiale inglese … la cattura di “Anguilla” la seconda di Jolanda, e poi … si apre il sipario, inizia lo spettacolo!

Per il momento è tutto, ma daremo ancora notizie dello spettacolo quando i “Pirates” inizieranno iul suo Show a Milano.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook