Milano: 21 le persone intossicate con lo spray al peperonicino in un supermercato

Milano: 21 le persone intossicate con lo spray al peperonicino in un supermercato

LidlL’ultimo episodio accaduto ieri mattina, sembra più un  gesto di una banda seriale di “stupidi emulatori”, che quello di una banda seriale. Ma con l’ultimo episodio in ordine di tempo accaduto ieri a Milano nel supermercato Lidl di via Valassina, sono circa un centinaio le persone rimaste intossicate per casi analoghi nel milanese.
Improvvisamente all’interno del supermercato,  diverse persone accusavano malessere, con difficoltà respiratorie, bruciore agli occhi, nausea e mal di gola. Il personale medico del 118 intervenuto sul posto visitava tutte le 21 persone soggette a disturbi, perchè intossicate lievemente intossicate per aver respirato spray al peperoncino,  spruzzato poco prima da ignoti balordi, ma fortunatamente per nessuno si è reso necessario il trasporto in ospedale.
Un episodio analogo era accaduto la mattina del 1 agosto  alla stazione della fermata del Metro San Babila. In quel caso furono  trenta  gli intossicati, tra i passeggeri della metropolitana.
Nei giorni scorsi Era stato preso di mira, con la stessa tecnica, il centro commerciale Globo a Busnago, in provincia di Monza e Brianza  ed  aprile il Fiordaliso di Rozzano.
Gli investigatori stanno vagliando varie ipotesi per far luce sugli incresciosi fatti accaduti, anche se sembrerebbe che quelli accaduti a Milano non abbia attinenza con quello accaduto a Busnago e Rozzano, ma che sia solo il frutto di atti di menti squilibrate di emulatori, che agiscono per ammazzare la noia.
Comunque sia è bene stare in guardia e segnalare, tempestivamente, alle Autorità o al personale addetto alla vigilanza dei punti vendita, ogni movimento sospetto.

Sebastiano Di Mauro
5 agosto 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook