Sarà intitolato a Pierluigi Torregiani il Giardino di Via Baldinucci a Milano

TorregianiLa volontà di ricordare Pierluigi Torregiani con una targa era già stata espressa lo scorso settembre dalla Commissione consultiva del Comune per le Onoranze al Famedio, composta da consiglieri e da assessori, ora con la delibera di Giunta di venerdì scorso, Torregiani sarà ricordato per sempre nel luogo in cui morì ad appena 42 anni nel 1979.
E’ stato deliberato che l’intitolazione a Pierluigi Torregiani “gioielliere, vittima del terrorismo”, il giardino tra via Baldinucci e via Maffucci, per ricordarlo nel luogo dove fu ucciso il 16 febbraio del 1979.

Pierluigi Torregiani, nato a Melzo (Mi) nel 1926, era titolare di una gioielleria in via Mercantini, nel quartiere storico della Bovisa. La sera del 22 gennaio del 1979 subì un tentativo di rapina mentre stava cenando in una pizzeria di via Malpighi con familiari e amici. Il gioielliere e uno dei suoi accompagnatori reagirono alla rapina: la sparatoria causò la morte di uno dei malviventi e di un avventore, oltre al ferimento di alcune persone tra cui lo stesso Torregiani che, nei giorni successivi, subì una serie di minacce.
PIERLUIGI  TORREGIANI

Il 16 febbraio, mentre stava aprendo il negozio insieme ai figli, l’orefice fu vittima di un agguato da parte di un nucleo terroristico intenzionato a vendicare l’uccisione del rapinatore. Torregiani tentò una reazione ma fu colpito da un esponente del gruppo. Dalla sua pistola partì un proiettile che raggiunse il figlio quindicenne Alberto alla colonna vertebrale, rendendolo paraplegico. Torregiani fu ucciso con un colpo alla testa.

Sebastiano Di Mauro
2 giugno 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook