E’ donna il nuovo rettore dell’Università Bicocca di Milano

Cristina MessaMilano avrà il suo primo Rettore Donna, Cristina Messa, che  è stata eletta ieri alla terza votazione con 408 preferenze, su settecento votanti, lasciando indietro gli altri tre candidati, Gianfranco Pacchioni, fermo a 238 voti  Francesco Nicotra e Angelo Di Gregorio. Per Milano è una svolta epocale avere una carica rosa nell’Università, cosa  insolita su tutto il territorio nazionale, tanto che in Italia con lei sono solo 4 casi:  Trento, Udine e l’orientale di Napoli, oltre al ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza che arriva da due mandati alla Sant’Anna di Pisa..
Cristina Messa, Direttore del dipartimento di Scienza della Salute e ordinaria di Diagnostica per immagini,  52 anni, di Monza ma vive a Milano con marito e due figli e guiderà l’ateneo fino al 2019 e subentra a  Marcello Fontanesi, rettore fin dalla fondazione, nel ’98.  Dopo l’elezione le sue prime parole sono state: «Sarò il rettore di tutti».
Il nuovo incarico per Cristina Messa partirà dopo l’estate, con l’inizio del nuovo anno accademico che la vedrà alla guida di un ateneo che conta più di novecento docenti e trentaduemila studenti con corsi da Medicina e Scienze a Economia e Giurisprudenza. Dalla fondazione a oggi Milano Bicocca ha moltiplicato studenti e offerta. Oggi ha più di sessanta corsi, tra lauree triennali e magistrali nelle diverse aree, da quella economico-statistica a quella giuridica, medica, psicologica, sociologica, scientifica e della formazione.
La biografia di Cristina Messa è tutta in ascesa e dopo la laurea in Statale, dallo scorso anno è direttore di Dipartimento e siede nel Senato Accademico. In Bicocca, è diventata professore associato nel 2001 e ordinario nel 2007, e si è formata nel gruppo dell’ex ministro della Salute Ferruccio Fazio che è ancora docente in Bicocca. Dal 2011 è anche vicepresidente del Cnr.
La nuova eletta dovrà riorganizzazione l’ateneo, specie  per quanto riguarda i rapporti con le imprese e i servizi per gli studenti all’internazionalizzazione. E lavorerà in parallelo con i colleghi degli altri atenei milanesi, alcuni come lei appena eletti o nominati, come Franco Anelli alla Cattolica, Andrea Sironi in Bocconi e Gianluca Vago in Statale.

Sebastiano Di Mauro
30 maggio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook