Pisapia interviene all’incontro sulla libertà religiosa e dice: “é un onore accogliere il Patriarca Bartolomeo I”

Patriarca_Bartolomeo_1Presto la città di Milano accoglierà il Patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo I.
Il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, intervenendo all’incontro tra l’Arcivescovo Card. Angelo Scola e le istituzioni sulla libertà religiosa, ha cosi commentato l’evento: “Il suo arrivo nella nostra città ci onora e caratterizzerà le celebrazioni per i 1700 anni dell’Editto di Costantino del 313, che sancì l’inizio della libertà religiosa. Milano, Mediolanum, è orgogliosa di essere al centro del dialogo interreligioso e interculturale. Nella nostra città convivono cristiani, ebrei, musulmani, buddisti, induisti e fedeli di altre fedi religiose. Le religioni sono una delle forze che possono dare speranza all’Europa in crisi, sono forze di pace chiamate a vincere i fondamentalismi e ad aprirsi a tutti gli uomini con il loro messaggio di tolleranza”.
Inoltre il sindaco ha aggiunto: “La fede, qualsiasi fede può e deve essere una ricchezza e a Milano stiamo facendo tutto il possibile per garantire ai cittadini il godimento di tutti i diritti, compreso il diritto, previsto anche dalla Costituzione, di poter professare la propria fede nel rispetto di tutti”.
Concludendo, Giuliano Pisapia, sempre a proposito di libertà religiosa, ha detto: “C’è una frase di Madre Teresa di Calcutta che mi ha sempre ispirato. Lei diceva di amare tutte le religioni, ma di essere innamorata di una soltanto. Ecco, io, anche se non sono innamorato di nessuna religione, le amo profondamente tutte. Credo fermamente, infatti, che la fede può essere sempre più motivo di coesione e non di divisione e il dialogo interreligioso non può che facilitare quella coesione civile e sociale che tutti dovrebbero auspicare”.

Sebastiano Di Mauro
10 maggio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook