Libri d’a-mare: ecco i 10 che porteremo sotto l’ombrellone

Libri d’a-mare: ecco i 10 che porteremo sotto l’ombrellone

Si sa, preparare i bagagli è sempre un trauma. Scelte amletiche tra il costume a pois e quello a righini colorati, o il pantalone bianco che esalta l’abbronzatura e il jeans che camuffa la carnagione color mozzarella perché hai lavorato fino al 5 di agosto, ci si mette anche la scelta dei romanzi da portare con sé sotto l’ombrellone! Sempre che tu non abbia già dedicato un intero trolley ai manuali universitari perché gli appelli di settembre sono più fighi!

Così, noi di 2duerighe abbiamo pensato di stilare una classifica dei libri che porteremo in spiaggia:

“La ragazza nel parco” di Alafair Burke –  Uscito appena lo scorso giugno è già stato definito dalla stampa come uno dei gialli più belli e intriganti dei nostri anni. Scritto da Alafair Burke, avvocato penalista già conosciuta per i suoi bestseller, il romanzo tiene alta la suspense e ti costringerà a passare diverse nottate estive incollato alle sue pagine.

“Free” di Stephen Witt – “Uno dei migliori libri dell’anno” per il Washington Post, il Financial Time e il The Atlantic. A metà strada tra inchiesta e romanzo d’azione, sembra aver scelto come protagonista ognuno di noi, o meglio le nostre vite catapultate online.

“La vera Justine” di Stephen Amidon – Dai forti risvolti sociali, il libro costringe il lettore a seguirlo nelle pieghe più nascoste dei suoi personaggi: una storia mozzafiato dal finale “cinematografico”.

“La notte delle falene” di Riccardo Bruni – Racconta la storia di un giovane uomo che ritorna nel paese delle vacanze di gioventù per chiudere i conti con il passato e un amore finito in tragedia. Bel thriller, bei personaggi e belle atmosfere!

“Ho sposato una vegana” di Fausto Brizzi – Scritto in modo semplice e scorrevole, racconta la dura vita di un uomo che fino a pochi giorni prima di incontrare la futura moglie si nutriva di carne e di telline a volontà! Gli verranno concesse solo le uova, a patto che le galline vivano felici: impossibile trattenere le risate!

“Una mattina di ottobre” di Virginia Baily – Protagonista è una donna che nel 1943 salvò un ragazzino dai ghetti ebraici, decidendo di crescerlo come suo figlio. Trent’anni dopo qualcuno bussa alla sua porta: così si riapre lo scrigno dei ricordi e degli scheletri nascosti per anni.

“Maestra” di Lisa Hilton – Diventato subito bestseller internazionale, mescola generi letterari diversi tra loro: romanzo di “costume”, thriller e libro erotico nello stesso momento. Un romanzo incalzante e imprevedibile.

“Passaggio in Sicilia” di Massimo Onofri – Dopo “Passaggio in Sardegna” continua il tour letterario delle isole italiane: non solo una grande guida che spazia dalla gastronomia alla letteratura, ma soprattutto un romanzo che trasporta il lettore in una delle terre più ostili e ricche d’Italia.

“La via del sole” di Mauro Corona – Un romanzo breve, una favola amara: il protagonista è un giovane trentenne che ormai non si sente più a suo agio nella nostra società, così decide di ritirarsi tra i monti, a contatto con la natura, dove “arrivano in pochi”.

“Breath” di Tim Winton – Una lettura in inglese, intrigante e affascinante che trascina il lettore su una delle spiagge più belle del Western Australia, dove il tramonto sembra durare un’eternità. Breath cattura subito e non ti molla fino all’ultima pagina: tra la ricerca del limite e l’impossibilità di abbandonare gli schemi della vita normale, fino alla scoperta della bellezza.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook