Petizione di Avaaz per salvare le api dallo sterminio dei pesticidi

Petizione di Avaaz per salvare le api dallo sterminio dei pesticidi

apeSe l’ape scomparisse dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita. Al di là della paternità della frase in sé, occorre prestare massima attenzione al significato delle parole racchiuse in questo ragionamento. Come precisato dal team di Avaaz “Senza che ce ne accorgiamo miliardi di api stanno morendo e la nostra catena alimentare è a rischio”. Le api sono cruciali per la vita sulla Terra: ogni anno impollinano piante e raccolti per un valore stimato di 40 miliardi di dollari. Se non verrà fatto nulla per salvaguardarle, molta della frutta e della verduradi cui ci nutriamo rischia di scomparire e con essa un terzo delle scorte di cibo andrà perduto. Le api, infatti, non si limitano a fare il miele: sono una forza lavoro immensa e umile, che impollina il 75% delle piante che vengono coltivate e finiscono sulle nostre tavole. Tra 5 giorni gli Stati Uniti potrebbero decidere di vietare i pesticidi tossici che le stanno sterminando”.

Alcune specie si sono già estinte proprio in California – principale dispensa degli USA – e ogni anno gli apicoltori perdono un terzo delle loro piccole operaie. Gli scienziati sono alla disperata ricerca di risposte. Alcuni studi, spesso finanziati dalle industrie chimiche, affermano che la causa potrebbe essere una combinazione di fattori, tra cui malattie, perdita dell’habitat e sostanze chimiche tossiche; altri studi, indipendenti e autorevoli, sono giunti alla conclusione che i colpevoli siano i pesticidi neonicotinoidi.

Arrivare a vietare le sostanze tossiche per le api è possibile: dopo una mega campagna messa in piedi da Avaaz lo scorso anno, l’Unione Europea ha proibito quel gruppo di veleni che numerosi scienziati accusano essere la causa di morte delle api. Proprio ora le società dell’industria chimica stanno facendo pressione senza tregua sulle autorità statunitensi per impedirlo. Il team di Avaaz è di nuovo pronto a dare battaglia con una petizione Se gli USA si muovono, daranno il via ad una reazione a catena nel resto del mondo.

I promotori della petizione avvertono: “Non abbiamo tempo da perdere: la task force della Casa Bianca per le api presenterà le sue proposte martedì. Non si tratta solo di salvare le api, si tratta della nostra stessa sopravvivenza. Firmate ora questa petizione urgente, facciamo arrivare il nostro appello agli USA affinché mettano al bando quei pesticidi assassini, prima che le api si estinguano”.

Questo il link da inserire nella URL per firmare la petizione:

https://secure.avaaz.org/it/save_the_bees_us_pet_loc/?bcnPPfb&v=47048

Davide Lazzini
28 settembre 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook