Book in Progress: testi scolastici meno cari e sempre aggiornati

Book in Progress: testi scolastici meno cari e sempre aggiornati

progettoRisparmiare sui libri di testo e, al contempo, offrire agli studenti materiale didattico di qualità non è più un’utopia. Dal 7 al 9 settembre si è svolto a Bari il Convegno nazionale ‘Book in Progress’: un’organizzazione che coinvolge più di 100 scuole di tutte le regioni d’Italia ed ha l’approvazione e il sostegno sia degli organismi istituzionali che di luminari esperti di didattica e nuove tecnologie quali il prof. Roberto Maragliano, il prof. Piero Cesare Rivoltella e l’ esperto di disturbi specifici dell’apprendimento prof. Giacomo Stella.

Il progetto ha ottenuto inoltre il beneplacito dell’Associazione Consumatori, in virtù dell’innegabile valore socio-economico che si ripercuote positivamente sull’abbattimento dei costi sostenuti dalle famiglie per l’acquisto dei libri di testo. La rete ‘Book in Progress’ e’ nata 5 anni fa per iniziativa del Dirigente Scolastico Prof. Salvatore Giuliano di Brindisi, che ha intuito l’importanza dell’autoproduzione al fine di contenere i costi senza rinunciare alla qualità: se il materiale didattico, cartaceo e multimediale viene creato direttamente dai docenti stessi, si otterrà l’abbattimento dei costi a carico delle famiglie e si avrà un prodotto realizzato a misura di studente, calibrato per le esigenze specifiche di ciascuna classe.

I materiali prodotti dalla rete ‘Book in Progress’ sono quindi il risultato del lavoro collettivo di docenti provenienti da ogni parte d’Italia che si confrontano in modo virtuoso, a partire dalla loro reale esperienza nelle classi, e autoproducono il materiale didattico, frutto della loro passione per un mestiere delicato e difficile come quello dell’insegnante.

Il Progetto, operativo da diversi anni per le scuole superiori, da quest’anno farà il suo ingresso anche nelle Scuole Medie grazie all’iniziativa, promossa in seno alla provincia apuana, dalla Dirigente Scolastica Luciana Ceccarelli, che è coordinatrice nazionale di questo settore, e alla dedizione dei docenti Giovanna Boi, Chiara Lorieri e Alessandro Lombardini per la Scuola Media Carducci; Giovanna Ballerini e Clotilde Casalini per la Scuola Media Dazzi. Il ‘Progetto Scuola Media’, pur avendo un solo anno di vita, conta già più di 20 istituti aderenti, dalla Sicilia al Piemonte, e Massa carrara vanta il ruolo di apripista di questa lodevole iniziativa: già’ dal presente anno scolastico le scuole medie Carducci e Dazzi sono in grado di offrire ai loro studenti delle classi prime i materiali didattici del ‘Book in Progress’ sia in formato cartaceo che multimediale, inoltre i docenti stanno lavorando per produrne di nuovi e in linea con le moderne strategie educative.

Il seminario nazionale ‘Book in Progress’ tenutosi a Bari, ha registrato la partecipazione di oltre 200 docenti e dirigenti scolastici, che si sono impegnati in un serrato confronto su aspetti concreti legati al miglioramento didattico e all’innovazione della scuola italiana, tenendo conto dell’impegno da mettere in campo per il successo formativo degli studenti.

Per informazioni più dettagliate sul progetto è possibile visitare il sito internet: www.bookinprogress.it

Davide Lazzini
15 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook