Povertà educativa: intervista a Enrico Serpieri di Save the Children

Povertà educativa: intervista a Enrico Serpieri di Save the Children

L’educazione e la cultura sono alla base di una corretta crescita. Dal leggere un semplice libro a visitare un museo fino allo sport, tutte queste attività dovrebbero affiancarsi all’educazione scolastica, per permettere ai ragazzi di vivere una corretta fase di crescita e sviluppare capacità necessarie ad affrontare la vita adulta. Purtroppo, però, il fenomeno della povertà educativa è sempre più presente sul territorio italiano e la situazione pandemica, non ha di certo aiutato. Al di là delle cause economiche, come è facilmente deducibile dai dati statistici riportati sull’ Atlante dell’infanzia a rischio 2021, di Save the Children, il numero dei lettori tra i giovani italiani è preoccupante, come lo sono la frequentazione di spazi culturali come musei e teatri. Ne abbiamo parlato con Enrico Serpieri, a capo dello sviluppo strategico di Save the Children per i programmi Italia-Europa.
foto-articolo
Attualità - 15 Dicembre 2021

di Marta Giorgi

Condividi: