Londra: Zara Hartshorn e la difficile convivenza con la lipodistrofia

Londra: Zara Hartshorn e la difficile convivenza con la lipodistrofia

zara hartshornAvere 16 anni e non sentirli, almeno all’apparenza, perché a causa di una malattia degenerativa ereditata dalla madre Tracy, chiamata “lipodistrofia”, che attacca i grassi del corpo facendo considerevolmente perdere elasticità alla pelle, l’adolescente inglese Zara Hartshorn, residente a Rotherham, nel South Yorkshire, ne dimostra 60. Guardandola, sembra di ripercorrere la vicenda cinematografica de “Il curioso caso di Benjamin Button”, dove il protagonista Brad Pitt, alias Benjamin appunto, nasceva già anziano, per morire molti anni dopo come infante, tra le braccia di una più che matura Cate Blanchett, che impersonava il grande amore di Button.

Il problema di Zara però, iniziato a pesarle intorno ai 13 anni, per colpa delle battute decisamente poco felici dei suoi coetanei, non è finzione ma realtà, anche se sembra che la ragazza abbia trovato una soluzione, al grave disagio che la affligge fin dalla sua venuta al mondo. Infatti, grazie a un rinomato chirurgo statunitense, Zara Hartshorn si è sottoposta gratuitamente ad un intervento di lifting all’avanguardia, vedendo piano piano attenuarsi le sue inestetiche rughe. Come conseguenza del positivo cambiamento fisico, la ragazza ha incominciato a condurre una vita normale, riprendendo fiducia in se stessa e fidanzandosi.

Sono perciò oramai lontani, i tempi in cui l’adolescente Zara Hartshorn piangeva per essere stata costretta a scendere dall’autobus, a causa del possesso di un biglietto ridotto per bambini. Oggi Zara ha un viso nuovo, e per il futuro ha tutta l’intenzione di aprire un salone di bellezza, il suo più grande sogno.

di Selene Virdò

26 giugno 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook