Il proiettile che autocorregge in volo la propria traiettoria

Il proiettile che autocorregge in volo la propria traiettoria

lato secondo capoversoLa DARPA, un agenzia di sviluppo di armi facente parte del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, ha da poco diffuso in rete un video dove viene mostrato il successo del test di EXACTO, una nuova tipologia di proiettili perforanti intelligenti.
EXACTO -che sta per “Extreme Accuracy Tasked Ordinance”- è il nome del progetto che potrebbe permettere ai tiratori scelti americani di essere più precisi, efficienti e veloci nell’abbattimento dei bersagli, permettendo così di salvare molte più vite tra le truppe statunitensi e alleate impegnate nei teatri di guerra nel mondo, come dichiarato dai dirigenti della DARPA. Oggetto di sviluppo è il primo proiettile in grado di correggersi la traiettoria da solo.

foto principaleCome mostrato nel video, dove i colpi vengono volutamente sparati mirando lontano dal bersaglio, esso può cambiare direzione strada facendo in maniera del tutto autonoma. Il mirino laser del fucile viene utilizzato dal sistema di puntamento per tracciare e acquisire il bersaglio; una volta in volo, grazie ai sensori ottici e al sistema-guida che elabora i dati in tempo reale, il proiettile può correggere e modificare la propria traiettoria fino a trenta volte al secondo. Per poter fendere l’aria, le pallottole, sono state dotate di “micro-pinne”. Le poche informazioni rese pubbliche riportano il calibro dei proiettili (0.50), la lunghezza della pallottola (11mm) oltre che la possibilità di usare la tecnologia sia di giorno che di notte anche contro bersagli in movimento. Si tratta ancora di un prototipo ma i risultati mostrati sono incredibili e permettono ai ricercatori di affacciarsi alla fase successiva del progetto con una certa sicurezza di fondo.

Ad oggi il record per il colpo andato a segno dalla maggiore distanza mai registrata appartiene al caporale dell’esercito britannico Craig Harrison che nel 2010, in Afghanistan, colpì due nemici uccidendoli da 2.4 Km con un fucile di precisione L115A3.

Riccardo Avignone
7 febbraio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook