Basket NBA: Kawhi Leonard salterà anche gara 3

Basket NBA: Kawhi Leonard salterà anche gara 3

Kawhi Leonard degli Spurs sarà costretto a saltare anche la terza sfida della serie contro i Golden State Warriors a causa del discusso infortunio alla caviglia.

E’ stato lo stesso Gregg Popovich ad annunciare che l’ala californiana non prenderà parte alla terza sfida delle finali di conference. Il motivo è ovviamente il tanto discusso infortunio che Kawhi Leonard ha subito alla caviglia, grazie al piede del centro di Golden State, Pachulia.

lo stesso allenatore dei San Antonio Spurs si è scagliato duramente contro il lungo avversario. Pop ha infatti commentato duramente il suo modo di giocare ritenendolo un “giocatore sporco”. Ha inoltre definito la sua difesa pericolosa ed innaturale, un qualcosa che la NBA ha messo fuori legge molti anni fa. Nella furia del momento Popovich ha anche sottolineato che il centro degli Warriors è stato protagonista di molte giocate analoghe nel corso della sua carriera.

Leonard nel frattempo aveva già commentato l’accaduto smorzando i toni e dicendo di essere sicuro che Zaza Pachulia non avesse intenzionalmente messo il piede sotto di lui al momento dell’ appoggio conseguente al tiro.

“Stava solo cercando di contestare il mio tiro. Se voi dite che lo ha fatto intenzionalmente, allora mi guarderò meglio l’azione. Ma non penso lo abbia fatto apposta”.

Nel post partita Leonard ha anche dichiarato che dopo l’infortunio non aveva la minima possibilità di riuscire a proseguire la partita.

Dopo essermi girato nuovamente la caviglia sul piede di Pachulia, non avevo nessuna possibilità di rimanere in campo. Avevo comunque fiducia nei miei compagni di squadra

Ricordiamo che la serie è momentaneamente sul 2-0 a favore dei Golden State Warriors. Alla vigilia di gara 3 quindi c’è molta frustrazione in casa San Antonio Spurs. In gara 1 infatti, con Leonard in campo, stavano conducendo la partita con un più 23 alla fine del terzo quarto, prima di quel maledetto infortunio. Il rischio, molto concreto, è che Leonard rientri troppo tardi per far si che gli Spurs riescano a sistemare le cose. Gli Spurs si sono trovati senza leader nel momento più critico della loro stagione.

Kawhi uomo cardine.

Leonard è stato per tutta la stagione l’uomo chiave in casa San Antonio. In tutta la regular season ha messo a referto 23 punti, 6 rimbalzi e 2 assist. Ed in contumacia Parker il suo contributo offensivo era diventato cruciale in questi playoffs.

Le cifre però non spiegano sufficientemente quello che questo ragazzo rappresenta per l’equilibrio della sua squadra. E’ un giocatore devastante su tutti e due i lati del campo. Oltre alle sue abilità offensive infatti, Kawhi offre agli Spurs il suo grande contributo in difesa. E’ da anni uno dei migliori difensori della NBA. Il suo rendimento in copertura è eccellente sia sugli esterni, sia su attaccanti più grandi di lui. Con le sue braccia interminabili riesce infatti a fronteggiare i giocatori che provano a portarlo sotto canestro.

Oltre a tutto questo, sotto la guida di Popovich, Leonard è lentamente diventato un leader. Il numero 2 ha infatti raccolto l’eredità di Duncan alla guida dei nero argento. Un passo alla volta questo ragazzo sta diventando il pilastro di questa franchigia. Sempre nel silenziosissimo modo in cui lo è stato il suo predecessore.  Nella finale di conference i nero-argento avevano, ed avranno, bisogno del suo contributo contro l’avversario più ostico della Western Conference

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook