Basket NBA: super trade, i Pelicans ricevono DeMarcus Cousins

Basket NBA: super trade, i Pelicans ricevono DeMarcus Cousins

DeMarcus Cousins è stato scambiato, giocherà per i New Orleans Pelicans. Il centro dei Sacramento Kings ritroverà il suo ex compagno di college Anthony Davis.

Chiuso il sipario dell’ All Star Game 2017 le voci della cessione di Cousins sono cominciate a circolare. Uno scambio per certi versi inaspettato. I Pelicans difatti avevano cercato di mettere le mani su Okafor dei Philadelphia 76ers, ed invece sono piombati su Cousins. Con buona pace del giovane centro di Philly DeMarcus è un giocatore di tutt’altro spessore, almeno per ora. Come ha detto il suo “di nuovo” compagno di squadra Anthony Davis.

I suoi numeri parlano per lui.

L’ormai ex centro dei Sacramento Kings vanta 21 punti e quasi 11 rimbalzi di media in carriera. Per quanto riguarda il solo 2017 invece parliamo di 27 punti, 10,7 rimbalzi e 5 assist. Cifre che non sono proprie di tutti i giocatori NBA, anche tra quelli che vantano un certo status.

La trade ha coinvolto da parte Sacramento Kings: DeMarcus Cousins ed Omri Casspi. Mentre da parte New Orleans Pelicans: Tyreke Evans, Galloway, due future prime scelte ( protette) ed il talento Buddy Hield. In fin dei conti però Sacramento ha ricavato pochino dalla trade se consideriamo il livello sul parquet di Cousins.

Al netto di tutto possiamo dire che la dirigenza Kings non ha voluto rischiare di puntare ancora su un carattere “instabile” come quello di Cousins. Più volte protagonista dentro e fuori dal campo di discussioni con compagni e staff.

Nonostante il giocatore avesse più volte dichiarato di voler rimanere a Sacramento DeMarcus invece si è ritrovato “scaricato” per le strade di New Orleans, nella quale già si trovava per la partita domenicale dell’ All Star Game. In fin dei conti però poteva andare peggio al giovane numero 15. Giocherà vicino casa essendo lui nativo dell’Alabama, non molto lontano da NOLA. Ritroverà un secondo All-Star assoluto, e suo amico, come Davis. Inoltre i Pelicans sono in piena corsa playoffs avendo due partite di ritardo rispetto ai Nuggets. Essendo in scadenza quest’estate ci sarebbe anche la parentesi rinnovo. Ma forse è meglio attendere che le temperature si facciano più miti e che i due ex Kentucky ci facciano prima vedere il loro combinato sul parquet.

Davies & Boogie.

Sarà interessante vedere come interagiranno Davies e Cousins. Due moderne “twin towers”, complementari per caratteristiche. I trascorsi di entrambi al servizio di coach Calipari dovrebbero contare qualcosa. Forse il passato comune li aiuterà a sintonizzarsi sulla medesima frequenza. Aspetto non banale quando si parla di Cousins. I due però in questi anni sono sempre sembrati in rapporti molto amichevoli. Quindi non ci dovrebbe essere motivo di allarmarsi per la dirigenza.

Dirigenza che problemi o meno era praticamente costretta a fare questa mossa. La stagione si stava trasformando nell’ennesimo anno buttato per Anthony Davies. Continuando di questo passo il numero 23 avrebbe potuto cominciare a battere i piedi desideroso di altre destinazioni. Il talento di Cousins dovrebbe quindi aver tranquillizzato le acque e gettato le basi per un progetto più ambizioso in casa Pelicans.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook