Basket NBA: NBA Survey, “parlano” i GM

Basket NBA: NBA Survey, “parlano” i GM

Come ogni anno gli addetti ai lavori NBA hanno espresso la loro opinione su varie tematiche nell’NBA Survey, andiamo a vedere cosa pensano i GM della lega.

Anche quest’anno i general menagers delle 30 franchigie della NBA hanno risposto alle domande del questionario promosso da NBA.com. Le “questions” sottoposte ai tecnici NBA sono e comprendono le tematiche più disparate. Le domande sono distribuite in mini aree tematiche come Coaches, Players o Defense.

Neanche a dirlo. alla domanda su “quale sarà il singolo giocatore acquisito ad avere il maggior impatto” la risposta è stato un solenne 80% a favore del nuovo Warrior Kevin Durant, seguito da Al Horford, nuovo lungo dei Boston Celtics. Stessa risposta per quello che riguarda  il “movimento di mercato più inaspettato”. Di conseguenza Golden State ha ricevuto anche il maggior numero di voti per quanto riguarda i movimenti in offseason. Secondo gli addetti ai lavori al primo posto andrebbero gli Warriors anche alla voce “favoriti al titolo”, con buona pace dei CAVS, secondi con il 31,6% dei voti. Cavaliers che proveranno ovviamente a ripetersi essendo i campioni in carica ed ancora saldi come la squadra numero uno dell’est.

 

Qualcosa da dire a proposito della vittoria finale la avrà sicuramente LeBron James dato come favorito MVP, seguito da Westbrook, e ritenuto miglior Ala Piccola, leader, giocatore più versatile e con più IQ cestistico. Il figlio di Akron è anche ritenuto il giocatore che “costringe gli allenatori avversari a fare più aggiustamenti” di tutta la NBA. Oltre a tutto questo ” The King” ha anche conquistato due secondi posti abbastanza interessanti come “miglior passatore” e “miglior difensore” della lega.

Il questionario vira anche sugli allenatori e sul futuro della lega, su tutte quelle giovani promesse che potranno dare nuovo lustro al gioco del basket NBA da qui ai prossimi anni.

rooks

Popovich è stato il più votato come miglior allenatore e motivatore ma Tom Thibodeau e Steve Kerr gli sono stati preferiti nelle specifiche categorie di difesa ed attacco. Gli Spurs sono comunque stati scelti come “miglior difesa della NBA guidati dal loro coach e dal “miglior difensore perimetrale”, Kawhi Leonard. Per quanto riguarda i rookies invece è Ben Simmons il giovane ritenuto più promettente, votato infatti come il rookie che tra cinque anni sarà più avanti tecnicamente. Chriss Dunn, scelto da Minnesota, è invece ritenuta la più probabile la matricola dell’anno, sempre da Minnie il giocatore su cui fondare una nuova franchigia: Karl Anthony Towns.

In conclusione il quintetto ideale, estrapolato dai piazzamenti dei giocatori nel voto sul migliore per ruolo. Secondo i GM la squadra dei sogni sarebbe composta da: Steph Curry, James Harden, LeBron James, Anthony Davies e DeAndre Jordan, quest’ultimo oltre ad essere ritenuto  il “miglior centro” è risultato primo anche nella scelta del “miglior difensore d’area”.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook