NBA Finals: Irving e James dominano gara 5

NBA Finals: Irving e James dominano gara 5

Cleveland batte Golden State in trasferta per 112 – 97 grazie alla super prestazione del duo LeBron James e Kyrie Irving, veri e propri dominatori della partita.

I Cavaliers si avvicinano sul 3-2 e forzano quindi la serie a gara 6. Il tutto grazie ad una prova fantastica di James ed Irving- I due mettono a referto 82 punti in combinato, 41 a testa.

Le discussioni nelle ore che hanno preceduto la partita hanno toccato tutte lo stesso argomento. Stiamo parlando ovviamente della assenza del leader difensivo di Golden State Draymond Green. Il quintetto dei padroni di casa è quindi sempre lo stesso con l’unica eccezione della posizione di 4 che vede Iguodala al posto del numero 23. Green interdetto anche dal palazzo sarà costretto a seguire la partita dallo stadio di Baseball.

I ragazzi di Steve Kerr al momento della palla a due hanno sicuramente dei conti da saldare con gli avversari. A causa della precedente scaramuccia James-Green gli animi sono già caldi. I giocatori di Golden State partono carichi e motivati, sembrano voler chiudere subito i conti di queste Finals partendo forte. I Cavaliers però sono sempre li, agguerriti, desiderosi di tornare a casa per giocare la prossima partita. Non mollano neanche un possesso arrivando alla fine del primo quarto sul 32-29.

gara 555

La seconda frazione si apre all’insegna dei due secondi violini, Irving e Thompson che cominciano a martellare le difese avversarie. Klay è praticamente l’ancora di salvezza dei suoi assieme al solidissimo Iguodala (15pti-11-rim-6ast). Thompson risponde colpo su colpo ai canestri di Cleveland, chiuderà con 37 punti, prova balistica da lasciare senza parole.

A differenza del compagno di squadra Kevin Love è invece irriconoscibile. Sembra quasi disorientato, forse colto impreparato dal grado di intensità di un “pivotal game”. L’unica assonanza con Kyrie irving saranno i punti a fine gara, 2, che coincidono con il numero di maglia del playmaker.

Nel terzo quarto i Cleveland Cavaliers provano l’assalto finale alla partita. I soliti LeBron James e Kyrie Irving  mettono in piedi un vero e proprio show offensivo. Concluderanno al tiro con 16/30 il primo e 17/24 il secondo. A fine gara entreranno nella storia della lega per esserestata  la prima coppia di giocatori ad aver segnato almeno quaranta punti a testa in una gara di NBA Finals. A complicare l’assunto per i Warriors, ci si mette anche la sfortuna. Il centro australiano-croato Andrew Bogut è costretto ad abbandonare gara 5 causa infortunio al ginocchio sinistro. Bogut è fondamentale per gli equilibri degli Warriors, specie per il suo apporto difensivo. Una ulteriore assenza importante in difesa che va a sommarsi a quella ormai stra citata di Draymond Green.

Sul finire della frazione il divario è ormai attestato sui 9-10 punti, solo un guizzo di orgoglio di Curry porta nell’ultimo quarto i suoi a meno 6. Ma il “dynamic duo” è ormai padrone della partita. Lebron oltre ai 41 punti alla fine della partita avrà aiutato i suoi con 16 rimbazi e 7 assistenze ed Irving sembra scherzare la difesa con 7 punti consecutivi assestando il colpo del KO ai ” guerrieri della baia”.

I Warriors sono quindi costretti a rinunciare, almeno per il momento, alle celebrazioni davanti al proprio pubblico. Non sono bastati i 37 punti di Thompson a mantenere a galla la nave guidata dagli Splash Brothers che è affondata sotto i colpi di LeBron James e Kyrie Irving.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook