Fuoco e fiamme al Consiglio comunale. L’imprenditore Molino subentra alla Santagati

G.-Molino-(1)La città si prepara alla prossima tornata elettorale e nel quadro politico catanese non mancano sorprese e novità di sorta.
Giuseppe Molino, imprenditore catanese, subentra in Consiglio comunale al posto della dimissionaria Carmencita Santagati.
“La decisione di entrare in Consiglio comunale a giochi chiusi – dichiara Molino – non mi appaga e mi esalta più di tanto. Mi è stato chiesto in vista delle dimissioni dell’assessore Santagati ed è stato un atto di devozione nei confronti delle Istituzioni catanesi a cui sono legato per senso di  appartenenza ma credo, nel rispetto delle decisioni prese dal nostro sindaco, che questa operazione politica poteva essere già compiuta sei mesi fa allorquando vi erano questioni in ballo molto importanti per la città su cui si poteva discutere ed offrire il mio personale contributo.
Ad ogni modo, continuo la mia campagna elettorale in vista del rinnovo del prossimo Consiglio comunale, con l’energia e la passione di sempre, ringraziando chi, anche a tempo scaduto, ha chiesto di avermi tra i banchi del Consiglio comunale”.
Ci si prepara a una tornata elettorale, sicuramente, di grande impatto per la città. Da un lato il sindaco uscente, Raffaele Stancanelli, riconfermato dalla squadra di centrodestra e dall’altro lato il sindaco della “Primavera” catanese, Enzo Bianco, pronto a ritornare in sella. Nel quadro politico, anche il professore di Economia, Maurizio Caserta, con una proposta politica indipendente da offrire all’intera Catania.

Mirko Tomasino
24 aprile 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook