Pensioni a falsi invalidi. Arrestato impiegato INPS

Agosto caldo a Catania dove i reati di abuso d’ufficio fioccano come se nulla fosse. 

La Polizia Postale e delle Comunicazioni di Catania ha tratto in arresto un impiegato dell’Inps di 48 anni con l’accusa di aver utilizzato credenziali di accesso al sistema informatico dell’ente previdenziale assegnate a dirigenti medici al fine di creare documenti informatici falsi e far ottenere pensioni di invalidità a tre conoscenti, ora indagati.

L’uomo, dapprima in servizio presso la sede dell’Inps di Messina e di recente assegnato a quella di Catania, e’ stato posto agli arresti domiciliari. L’accusa che pende per l’impiegato è quella di accesso abusivo a sistema informatico, falso, anche di documenti informatici, e tentativo di truffa aggravata in concorso con le altre tre persone.

 

Già nelle settimane precedenti, Catania, era stata teatro di alcuni arresti per falsa invalidità (cecità) che avevano scosso l’opinione pubblica per il grave danno inferto al patrimonio dello Stato.

Sentiti complimenti alla nostra Polizia postale, che nell’ambito delle relative indagini, risulta essere una delle più competenti e attive dello Stivale.

Mirko Tomasino

8 agosto 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook