St Microelectronics: la cassa integrazione continua

Il calvario per i dipendenti della St, industria simbolo dell’Etna Valley, sembra non avere fine. Dal 23 gennaio, e per tredici settimane circa, sarà prorogata la cassa integrazione per i 2000 dipendenti tra i 4000 effettivi del sito industriale.
Il vicepresidente Carmelo Papa ha giustificato questa scelta ricordando il periodo di crisi che sta attraversando il comparto dei semiconduttori.

Sulla decisione presa dai vertici dell’industria è intervenuto anche il sindacato, il quale non ci sta a queste scelte di campo. “Dopo l’incontro con la direzione aziendale del 5 gennaio- spiega il segretario provinciale della Ugl Luca Vecchio- abbiamo proposto con Fim e Fismic di continuare la negoziazione di un accordo sulla pianificazione di alcuni giorni di chiusura a cavallo delle prossime festività, per evitare che l’azienda prorogasse la Cassa integrazione. In mancanza di un accordo, è arrivata la proroga della Cig”

Mir. Tom.

12 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook