St Microelectronics, ancora un Natale di passione

Saranno delle festività amare per molti – 2200 – dipendenti dell’industria di alta produzione tecnologica, St Microelectronics di Catania.
Molti dei dipendenti  sono stati costretti a una cassa integrazione dovuta alla crisi economica che attanaglia da anni l’industria e da relative ferie forzate per analogo motivo.

Sulla vicenda, che preoccupa le numerose famiglie e il destino di una delle più prestigiose fabbriche dell’Etna Valley, è intervenuto Carmelo Papa, vice presidente esecutivo della St, il quale ha dichiarato: “Se si è fatto ricorso alla cassa integrazione- ha dichiarato il dirigente – chiaramente non si potevano stabilizzare i summer job. Ma le premesse sono buone: metto alcuni se davanti, ma sono convinto che quando il mercato ripartirà, torneranno ad aprirsi molte porte in St”.
Nonostante l’ottimismo mostrato dal presidente Papa, i destini dei numerosi lavoratori rimangono appesi alle scelte dettate dalla crisi e dai mercati.
Alla faccia del Natale e delle relative buone intenzioni.

di Mirko Tomasino

20 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook