Catania: Catturato il boss Arena, latitante da 18 anni

Un altro “pezzo da novanta” della mafia siciliana è finito nelle maglie della giustizia e delle forze dell’ordine. Giovanni Arena, 56 anni, latitante dal lontano 1993 (anno di cattura del boss Nitto Santapaola) è stato arrestato dalla polizia all’alba presso il suo nascondiglio.
La moglie, Loredana Agata Avitabile, 55 anni, era definita la “zarina del Palazzo di Cemento”, per l’abilità nel gestire i numerosi traffici illeciti riguardanti le sostanze stupefacenti.

Giovanni Arena, allorquando è stato scoperto e accerchiato dalle forze di polizia, ironicamente ha commentato sulla “bravura” dei predetti evidenziando come da circa vent’anni avesse abitato indisturbato in quel luogo.
Il boss completa il puzzle degli arresti della nota famiglia mafiosa insieme ai suoi figli: Maurizio, arrestato con l’accusa di omicidio il 15 novembre 1999; Agatino Assunto, finito in manette il 28 febbraio 1999, e il 27 febbraio 2010 condannato a 10 anni di reclusione per associazione mafiosa; Antonino, arrestato il 26 luglio 2011 dopo due anni di latitanza e destinatario di quattro ordinanze di custodia cautelare; e Massimiliano, che venne arrestato il 31 ottobre 2007, e poi rinviato a giudizio, per tentativo di omicidio: con due complici, il 20 dicembre 2006, avrebbero ferito con un colpo di pistola un metronotte di 52 anni nel tentativo di rubargli l’arma mentre l’uomo era in servizio davanti la guardia medica di Librino.
Soddisfazione da parte del mondo istituzionale, politico e sindacale catanese. “ E’ un bel giorno per Catania” hanno commentato i sindacalisti di Cgil, Cisl e Uil Angelo Villari, Alfio Giulio e Angelo Mattone.

 

di Mirko Tomasino


26 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook