Siria: uccisi dieci civili dalle forze lealiste

Dopo la morte di 11 militari lealisti morti questa mattina negli scontri a fuoco con gruppi di disertori avvenuti a Basr al Harir, nella provincia di Daraa, altro sangue si sparge in terra siriana. Questa volta nella provincia di Homs (centro delle rivolte anti-regime) nel corso di alcuni scontri sono morte 5 persone, tra cui un 15enne. Scontri anche nelle città di Talbisse e di Qusseir dove sono morte altre due persone.

Un’altra vittima nel villaggio di Tayane (si tratta di un diciannovenne) mentre nella provincia di Damasco si contano altri due morti.
La repressione si sta trasformando sempre più in guerra civile, il numero di soldati disertori aumenta giorno dopo giorno ed anche la Lega Araba sembra non saper più che parte prendere tanto che nella giornata di ieri ha ammesso che i suoi osservatori hanno commesso errori gravi.

di Enrico Ferdinandi

8 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook