Corea del nord: Funerali del caro leader tra lacrime e neve

Oggi nella capitale Pyongyang è stata celebrata la maestosa cerimonia funebre dell’ex leader Kim Jong Il, organizzata nella minima cura in tutti i dettagli possibili, sotto gli occhi del mondo intero che si chiede come evolverà la situazione in un paese ormai pronto al raggiungimento della capacità di creare armi nucleari. Sono giunti a Pyongyang, imbalsamatori russi provenienti dall’istituto di ricerche sulle strutture biologiche moscovita con il compito di consegnare il corpo del dittatore all’eternità.

La televisione nazionale ha mostrato in diretta il corteo funebre guidato da una limousine con una fotografia del “caro leader” posta sul tetto. L’autovettura proseguiva tra due file composte da militari che al suo passaggio si toglievano il capello in segno di omaggio, nella piazza principale della capitale innevata. Ovviamente alla testa del carro funebre c’era il successore Kim Jong Un, in lacrime, accompagnato dallo zio Jang Song Thaek (Che lo affiancherà nell’attività governativa) e il capo di stato maggiore Ri Yong Ho. I civili distrutti dal dolore hanno apertamente manifestato il loro stato d’animo in urli strazianti e pianti e urlando “padre, padre “ al passaggio della limousine. E’ giunto dunque il tempo di agire per il successore Kim Jong, Un ormai all’alba di una nuova era che lo vedrà protagonista affiancato dallo zio in un arduo compito, quello di guidare la Corea del Nord in un attuale stato delicatissimo sia di natura politico-economico che sociale.   

di Manuel Giannantonio

28 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook