Tasse di ancoraggio e tasse d’imbarco e sbarco in aumento

Aumento in vista per le tasse di ancoraggio e le tasse d’imbarco e sbarco delle merci nei porti. Gli importi dei tributi portuali, infatti, subiranno un incremento del 30% a partire da quest’anno e di un ulteriore 15% dal 2014, rischiando di mandare in fuga dal nostro paese i grandi gruppi armatoriali internazionali.
E’ la Confetra (Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica) a lanciare l’allarme, dopo che un decreto interministeriale Trasporti-Finanze ha ritoccato in aumento gli importi delle tasse portuali, che erano stabili dal 1993, adeguandoli all’indice dell’inflazione degli ultimi anni.
In particolare, la tassa di ancoraggio mensile per una nave da 8.000 container dal peso di circa 100.000 tonnellate sarà incrementata fino a 93 mila euro nel 2013 e a 104 mila euro nel 2014, rispetto ai 72000 mila euro del 2012. La tassa annuale, invece, aumenterà fino a 204 mila euro nel 2013 e a 228 mila euro nel 2014, mentre nel 2013 era ferma a 158 mila euro.

Per le portacontainer in servizio di transhipment di traffico internazionale, invece, la tassa da versare per ogni singolo scalo passerà dai 13 mila euro dell’anno scorso ai 17 mila euro dell’anno appena iniziato e ai 19 mila euro del prossimo anno.
Per i porti italiani si prevede un maggior gettito complessivo pari a 60 milioni di euro.
L’aumento delle tasse potrà essere tuttavia parzialmente ridimensionato dalle Autorità Portuali, le quali hanno il potere di esercitare la facoltà (prevista in via transitoria fino al 30 giugno 2013) di diminuire senza limiti quantitativi l’importo delle tasse. Tale scelta è stata messa in pratica fino ad oggi solamente dai porti di transhipment di Taranto e Gioia Tauro (provincia di Reggio Calabria). L’obiettivo è comunque quello di evitare di vedere i traffici allontanarsi dall’Italia e indirizzarsi verso i porti del Nord Africa e quelli europei più competitivi.
Secondo Fausto Forti, presidente di Confetra, “la riforma portuale, compreso l’aspetto della tassazione nei porti, è uno dei grandi temi di politica dei trasporti che la Confetra sottoporrà al nuovo Governo”.

Giuseppe Ferrara
11 gennaio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook